Ventura: “C’è il rammarico di non aver chiuso la partita nel primo tempo”

logo-torinoNel post partita il tecnico granata, Giampiero Ventura, è stato intervistato da Sky Sport. Questo il commento del tecnico sulla sconfitta e sul caso Immobile-Cerci: “Ero arrabbiato per 2-3 motivi. Il primo era l’infortunio di Immobile, il ragazzo voleva giocare perchè è uno che tiene tanto alla causa ma il medico mi aveva detto che non poteva rientrare. Quindi se il medico mi dice che non può rientrare per evitare lunghi tempi di recupero io non faccio rientrare un giocatore infortunato. Durante la partita abbiamo creato tante palle gol e potevamo raddoppiare sull’1-0, così come potevamo riaprire il match nel secondo tempo con le occasioni di Meggiorini, Maksimovic e Basha. Direi che è la partita del rammarico, non tanto per il risultato ma per il rammarico di non aver chiuso la partita nel primo tempo, il rammarico di non essere riusciti a recuperare il risultato nel secondo tempo e il rammarico di non essere riusciti a giocare per aver l’ufficialità di essere diventati una squadra importante.

Il Parma comunque ha i suoi meriti anche perchè dobbiamo rispettare una squadra che si permette il lusso di tenere in panchina Cassano. Comunque Amauri contro di noi fa sempre gol. La situazione Cerci? Per Alessio non era una giornata positiva. É andato in blackout, conoscendolo è dispiaciuto anche perchè in questa stagione è sempre stato determinante. Non c’è nessun caso Immobile-Cerci perchè uno era infortunato e l’altro è uscito per scelta tecnica. Sono contento per i 25 punti anche se oggi la sconfitta era evitabile, dobbiamo ancora crescere ma la posizione di classifica attuale è buona”.

[Luca Ghiano – Fonte: www.torinogranata.it]