I duelli di Roma-Inter: Cambiasso sfida De Rossi. Borriello contro Lucio in attacco

Stasera alle 20.45 andrà in scena allo stadio Olimpico di Roma la semifinale di Coppa italia tra Roma ed Inter. Le due grandi deluse della stagione 2010-2011 tornano l’una contro l’altra per l’ennesima volta: è dalla stagione 2004-2005 che i nerazzurri ed i giallorossi si trovano sempre faccia a faccia in questo torneo e in ben 5 occasioni questo match ha assegnato la vittoria finale della competizione.
Lo score segna 3 vittorie nerazzurre (due con Mancini, una con Mourinho) contro 2 giallorosse (entrambi con Spalletti). L’ultima sfida, lo scorso anno, vide prevalere l’Inter che vinse il primo dei suoi tre trofei finali dell’ormai famoso “triplete”(Coppa italia, Scudetto e Champions League).

La sfida si rinnova ancora, anche se mancheranno alcuni tra i maggiori protagonisti tra cui Eto’o, fermo ai box per una distorsione alla caviglia, e Totti che deve ancora scontare la lunga squalifica rimediata lo scorso anno in finale proprio contro i nerazzurri. E siccome Roma-Inter è spesso sinonimo di grandi duelli ecco tutte le sfide che vedremo in questa importante partita:

Julio Cesar-Doni: si rinnova la sfida tra i due portieri brasiliani che per molto tempo si sono contesi lo scudetto e la Coppa Italia. Nonostante Julio Cesar almeno in questo scorcio di stagione sembra aver perso lo smalto di qualche anno fa, resta un portiere di assoluto rendimento. Doni, nonostante abbia riconquistato il posto da titolare, sembra dare pochissime certezze alla retroguardia giallorosa che, insieme a quella dell’Inter, ha dimostrato diverse lacune.

Lucio-Borriello: Borriello, preso questa stagione in prestito dal Milan, dopo un inizio promettente con numerosi gol è tornato a sedersi in panchina a vantaggio di un Totti in forma smagliante. In questa particolare occasione, data l’assenza del capitano, dovrà guidare l’attacco giallorosso. Davanti a sé affronterà Lucio: anche lui nettamente in calo rispetto alla scorsa stagione, sta dimostrando di non poter reggere da solo la retroguardia dell’Inter anche a causa della prolungata assenza di Samuel, vero perno della difesa.

Maicon-Vucinic: torna in campo Maicon dopo la panchina rimediata nella sfida tra Parma ed Inter. Il terzino brasiliano, dopo un avvio di stagione molto deludente, sembrava aver recuperato la forma migliore con l’arrivo di Leonardo almeno fino a qualche settimana fa. Attualmente anche lui sembra molto stanco ed appannato come il resto della squadra. Davanti a sé troverà Vucinic che, almeno in campo, sembra veramente dato per disperso. Complice l’errore clamoroso contro il Palermo in campionato (gol sbagliato a porta spalancata) anche lui è entrato nelle feroci contestazioni dei tifosi giallorossi. Servirà una grande prova per riconquistare il popolo romanista.

Cambiasso-De Rossi: Cambiasso, complice l’arrivo di Leonardo, è sempre stato uno dei pochi insieme a capitan Zanetti a gettare il cuore oltre l’ostacolo in ogni partita. L’argentino, nonostante sia stato spostato in un ruolo non propriamente suo come quello di mezzala di centrocampo, ha sempre provato a sostenere la squadra anche con qualche gol pesante (l’ultimo in Inter-Chievo). Anche De Rossi, nonostante non sia in una delle sue stagioni migliori, è sembrato più attento e concentrato nelle ultime partite. Una sfida che si giocherà molto nella zona nevralgica del campo e che sicuramente determinerà la partita.

Milito-Burdisso: data la sicura assenza di Eto’o, a guidare l’attacco dell’Inter sarà sicuramente Diego Milito. Dopo la straordinaria annata dello scorso anno “El principenon si è riuscito a riconfermare in questa stagione, complici i numerosi infortuni e l’arrivo di Pazzini. Di fronte a sé troverà il suo compagno di nazionale Nicolas Burdisso, uno dei pochi a salvarsi della retroguardia giallorossa in una stagione dei record negativi in quanto a gol subiti. L’argentino della Roma, come sempre, metterà al servizio la sua grinta e la sua dedizione. Lo farà anche il resto della squadra?

[Francesco GorzioFonte: www.vocegiallorossa.it]