Il Cagliari perde ma non si arrende Al Franchi decide un gol di Mutu

Perde per la prima volta il Cagliari di Donadoni, che cede in casa della Fiorentina, facendo soffrire da morire i padroni di casa che si impongono per 1-0. Donadoni e Mihajlovic sono costretti ad affrontare un’emergenza a testa. Nel Cagliari mancano Perico e Pisano, così Laner si deve improvvisare terzino destro. Nella Fiorentina, al centro della difesa, gioca Camporese, per le contemporanee assenze di Kroldrup, Natali e Felipe.

Il primo tempo è povero di emozioni. La Fiorentina cerca il fraseggio, il Cagliari si rende pericoloso con le ripartenze e i calci d’angolo. Nei primi 20 minuti Agazzi è comunque più impegnato di Boruc. Prima è bravo e pronto a uscire su un cross pericolosissimo di Santana, poi chiude in due tempi su un sinistro dalla distanza di Vargas e ancora in uscita su Mutu lanciato a rete. Quella della Fiorentina è una fiammata che dura un paio di minuti, prima che i ritmi si riabbassino e le emozioni tornino a latitare. Mutu segna al quarantaquattresimo, ma parte in fuorigioco e la rete viene giustamente annullata da Peruzzo.

Ad inizio ripresa Donadoni inserisce Ariaudo per Laner, spostando Canini sulla fascia destra. Ma le cattive notizie non tardano ad arrivare. Al sesto minuto Astori viene ammonito per un fallo al limite dell’area e salterà la sfida del Sant’Elia contro il Catania. Come se non bastasse, sulla posizione seguente, D’Agostino pennella sulla testa di Mutu che batte Agazzi per l’1-0 viola. Il Cagliari prova a rispondere con una punizione di Conti bloccata a terra da Boruc, prima che Agazzi compia un autentico miracolo sul colpo di testa di Lijaic. Donadoni vuole più fantasia, ma a sbilanciarsi in avanti non ci pensa nemmeno. E allora entra Lazzari, ma al posto di Nené. Fuori una punta, dentro un rifinitore. E proprio un sinistro di Lazzari alla mezzora spavente Boruc, ma si spegne sul fondo.

Poco dopo succede qualcosa di incredibile: Donadel segna con un gran destro dal limite, Peruzzo annulla giustamente per un fuorigioco di Zanetti, ma i viola non se ne accorgono e il Cagliari ne approfitta per ripartire portando Matri davanti a Boruc che chiude miracolosamente lo specchio e salva la sua squadra. Donadoni fa anche l’ultimo cambio, mandando in campo Ragatzu al posto di Cossu. Non sembra essere giornata per Matri, che sbaglia ancora calciando alto d’esterno su un cross di Agostini. Il Cagliari ci crede e nei cinque minuti di recupero si butta in avanti scoprendo la difesa. La Fiorentina non ne approfitta con Vargas che completamente solo difronte ad Agazzi gli calcia il pallone addosso. La Fiorentina vince comunque, in un Franchi che dopo il gol annullato a Donadel si era trasformato in un’autentica bolgia. Per il Cagliari non ci sono punti, ma una prestazione convincente sì.

TABELLINO:

FIORENTINA-CAGLIARI 1-0 (primo tempo 0-0)

MARCATORE: 7′ s.t. Mutu

FIORENTINA (4-2-3-1): Boruc; De Silvestri, Gamberini, Camporese, Pasqual (34′ s.t. Piccini); Donadel, D’Agostino (28′ st Zanetti); Santana, Ljajic (43′ s.t. Bolatti), Vargas; Mutu. (A disp: Avramov, Cerci, Marchionni, Babacar). All.: Mihajlovic

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Laner (1′ s.t. Ariaudo), Canini, Astori, Agostini; Biondini, Conti, Nainggolan; Cossu (39′ s.t. Ragatzu); Matri, Nenè (15′ s.t. Lazzari). (Pelizzoli, Magliocchetti, Sivakov, Acquafresca). All.: Donadoni

ARBITRO: Peruzzo