Il punto sulla B. Il Toro allunga, la Samp arranca

230 0

Firenze – Continua la marcia del Torino verso la serie A; vincendo su un campo difficile come quello di Verona, ha allungato in testa alla classifica e solo il Padova gli tiene testa. Il Livorno ha vinto a Bergamo, superando la Sampdoria, costretta al pareggio interno dal Sassuolo, il Grosseto è stato costretto al pari dal Vicenza, il Gubbio ha vinto contro la Nocerina e la Juve Stabbia contro l’Ascoli, l’Empoli ha perso in casa con il Varese, mentre è finita in parità Modena–Crotone, nel posticipo della domenica la Reggina ha battuto il Bari.

In questo turno sono stati segnate 31 reti e realizzate due doppiette, concessi tre calci di rigore tutti sbagliati. Nell’anticipo in una gara molto vivace un ottimo Padova ha vinto contro un buon Brescia, con una doppietta di Cutolo. Le rondinelle erano riuscite a pareggiare con Jonathas, ma nulla hanno potuto fare contro lo strapotere euganeo per evitare la prima sconfitta in questo campionato. Un Pescara rimaneggiato ha battuto il Cittadella con una rete realizzata dal suo capitano Sansovini. La squadra di Zeman nonostante il successo non ha brillato. Il Cittadella ha sbagliato tre occasioni clamorose e ha trovato sulla sua strada il portiere abruzzese in una grandissima giornata. Modesto pareggio della Sampdoria contro il Sassuolo, la squadra doriana è apparsa senza gioco e priva di idee; in svantaggio fino a 15 minuti dalla fine, è riuscita a pareggiare con un gol fortunoso di Piovaccari.

Da parte del pubblico sono arrivate le prime contestazioni sia per la squadra che per il tecnico Atzori. Il Sassuolo, squadra rivelazione, meglio messa in campo, era passata in vantaggio con una straordinaria rete di Marchi, ma il pareggio gli sta stretto per quello che ha fatto vedere in campo. Il Toro con le reti di Bianchi, Sgrigna ed Ebagua, ha battuto il Verona, conquistando la quinta vittoria consecutiva in trasferta e tre punti importantissimi, che lo fanno allungare in classifica. La squadra di Mandorlini ha realizzata la rete con Abbate, ma nulla ha potuto contro lo strapotere dello squadrone granata. Un errore dal dischetto di Caridi ha costretto il Grosseto al secondo pareggio consecutivo. La squadra maremmana era passa in vantaggio con Sforzini, ma, non è riuscita a conquistare la vittoria che l’avrebbe rilanciata nei posti alti della classifica. Il Vicenza del nuovo allenare Cagni, ha meritato il pareggio con la rete realizzata da Abbruscato, per l’impegno e la determinazione dimostrata. Un Livorno corsaro, ben determinato ed irresistibile ha vinto ha Bergamo contro l’Albinoleffe, con le rete segnati da Piccolo, Schiattarella e una doppietta di Belingheri. Per la squadra bergamasca una sconfitta pesante, clamorosa e senza attenuanti, avendo disputato una partita disastrosa; i seriani, si sono dimostrati evanescente in attacco e poco attenti in difesa. E’ finita in parità Modena – Crotone, una partita difficile per due squadre in crisi. Calabresi passati in vantaggio con una rete di Eramo, non sono riusciti ha sfruttare la superiorità numerica, hanno costruito tante azioni, ma le hanno sbagliate tutte.

I canarini nonostante l’inferiorità numerica sono riusciti ha pareggiare con un’autorete di Eramo, ma sono stati contestati dal proprio pubblico. Dopo quattro pareggi consecutivi il Gubbio ha vinto per la prima volta in questo campionato con le reti realizzate da Ciofani e Ragazzu, un successo meritato che gli darà fiducia per il prosieguo del campionato. La Nocerina aveva giocato bene, è stata aggressiva e pericolosa, era riuscita a pareggiare con De Liguori, ha sbagliato un rigore, non meritava la sconfitta per la mole di gioco che ha fatto vedere. Ancora una sconfitta, la sesta in campionato e la terza casalinga per l’Empoli, il cambio dell’allenatore non ha portato i risultati sperati. Gi azzurri hanno disputato una partita deludente, erano riusciti ha pareggiare con Buscè, ma nulla hanno potuto fare contro il Varese, che con la guida di Maran ha ottenuto il secondo successo consecutivo in trasferta con le reti realizzate da Martinetti e Cellini.

Continua ha stupire e a vincere la Juve Stabbia, che contro l’Ascoli ottiene la quarta vittoria consecutiva con le reti di Sau e Mbakugu, le vespe hanno giocato un’ottima partita nonostante l’ambiente fosse in tensione per la richiesta di una penalizzazione di 9 punti da parte del Procuratore Federale. L’Ascoli in crisi di gioco e di risultati, con un una difesa non all’altezza e un attacco evanescente ha segnato la rete con Soncin, ma ha subito una brutta sconfitta. Ritorna alla vittoria la Reggina, che con un perentorio 3 a 1 ha battuto il Bari, amaranto concreti e ben messi in campo hanno ottenuto un successo meritato con le reti segnate da Rizzato e una doppietta di Ragusa, e con questa vittoria hanno cancellato un periodo negativo. Il Bari si ferma a Reggio, subendo una pesante sconfitta, con un gioco macchinoso, ha creato poco per rendersi pericoloso anche se era riuscito a pareggiare con Marotta.

[Cesare Monteleone – Fonte: www.amaranta.it]