Inter – Liverpool 0-2: Firmino e Salah castigano i nerazzurri

4317

Inter Liverpool cronaca diretta live risultato in tempo reale

La partita Inter – Liverpool del 16 febbraio 2022 in diretta: severa punizione per i nerazzurri che hanno tenuto testa al più quotato avversario e avuto le occasioni per sbloccarla a inizio ripresa

MILANO – Mercoledì 16 febbraio alle ore 21, allo Stadio “Giuseppe Meazza” di Milano, si accendono i riflettori per Inter-Liverpool, gara di andata degli ottavi di finale della Champions League 2021/2022: i nerazzurri di Simone Inzaghi sfidano i Reds di Jürgen Klopp, in un big match ricco di talenti. L’Inter é arrivata al secondo posto nel Gruppo D, alle spalle del Real Madrid. In campionato viene dal pareggio esterno per 1-1 contro il Napoli ed é seconda, a due lunghezze dalla capolista Milan ma con una gara ancora da recuperare, con 54 punti, frutto di sedici vittorie, sei pareggi e due sconfitte con cinquantacinque gol fatti e venti subiti. Nelle ultime cinque sfide ha vinto tre volte e pareggiato una e perso nel Derby siglando dieci reti e subendone quattro.

Cronaca con commento in tempo reale

RISULTATO FINALE: INTER - LIVERPOOL 0-2

SECONDO TEMPO

48' è finita! Punizione molto severa per una buona Inter in particolare in avvio di ripresa dove ha avuto le occasioni per far male. Ma il cinismo degli inglesi ha avuto la meglio nelle due occasioni che hanno deciso il match. C'è da giocare un ritorno molto complicato ma per quanto visto in campo i nerazzurri non hanno demeritato e giocato alla pari con un avversario più quotato. Vi ringraziamo per averci seguito e appuntamento ai prossimi live, domani seguiremo le italiane impegnate in Europa League

47' buon recupero di Robertson su lancio interessante di Sanchez per Darmian, chiude in avanti la squadra di Klopp

45' dentro Dimarco per Bastoni

44' 3 minuti di recupero

43' apertura per Gagliardini che affonda sulla sinistra ma crossa troppo su Alisson e nessun problema per lui

42' punizione conquistata da Skriniar e tre cambi per Inzaghi: Darmian per Dumfries, Gagliardini per Vidal e Ranocchia (che oggi compie 34 anni) per de Vrij

41' dentro Milner per Thiago Alcantara

38' SALAH!! 2-0 LIVERPOOL!! Punizione dalla sinistra, grande torre di van Dijk sul secondo palo per il compagno che a centro area calcia rasoterra e complice una deviazione di de Vrij, spiazzato Handanovic anche coperto nell'occasione

37' intervento in scivolata di Vidal su Alexander-Arnold e punizione sulla trequarti agli avversari: palla in area allontana dalla difesa

36' possesso palla della squadra di Klopp che ora non ha fretta

35' Perisic! Piazzato dal limite con il destro palla di poco alta e pochi istanti prima monumentale intervento in area in scivolata di Thiago Alcantara su filtrante di Sanchez bravo sull'invito di Vidal

33' Keita in area per Luiz Diaz, in scivolata intercetta de Vrij e palla sul fondo: palla che sfila in area senza trovare nessuno quindi Vidal calcia lontano ma sono gli inglesi a tornare in possesso palla

31' secchiata d'acqua ghiacciata per l'Inter che non aveva rischiato nulla fino a quel momento

30' FIRMINO! LIVERPOOL IN VANTAGGIO! Su corner sul primo palo colpo quasi con la nuca del giocatore in anticipo su Bastoni e palla sotto l'incrocio dei pali alla destra di Handanovic, sorpreso dal movimento in anticipo dell'avversario

30' filtrante in area per Alexander-Arnold, ripiega Brozovic che concede un tiro dalla bandierina

29' grande rischio per Alisson nel rinvio sulla pressione di Sanchez, calcia scivolando e gli va bene

26' su palla recuperata da Sanchez, apertura di prima di Vidal per Dzeko che in area non prova la conclusione ma vede Dumfries, chiude la difesa in angolo. Sugli sviluppi cross di Calhanoglu che mette un pallone velenoso e nuova deviazione della difesa sul fondo. Batte ancora il turco, prende bene il tempo Dumfries ma il suo colpo di testa termina a lato!

25' lascia il campo Lautaro, al suo posto c'è Sanchez

25' fallo di Firmino su Calhanoglu, punizione a centrocampo per l'Inter

24' circolazione palla degli inglesi che abbassano un pò i ritmi

22' conclusione dal vertice sinistro di Luiz Diaz ma alza troppo la mira

21' lancio su Luiz Diaz che prova in area a superare Skriniar sul fondo, guadagna un angolo: lungo traversone sul secondo palo dove aggancia e spazza Vidal

20' più Inter che Liverpool in questa ripresa con il 70% di possesso palla e diverse occasioni costruite per far male

17' grande intervento di Skriniar sul taglio in area di Alexander-Arnold, palla in angolo. Palla sul secondo palo dove van Dijk fa un contro cross e sfera tra le braccia di Handanovic

17' grande giocata di Calhanoglu che apre a sinistra per Dzeko ma il suo cross è intercettato e qualche istante più tardi prova in area sul primo palo ma viene murato

15' rete annullata per offside a Dzeko! Lancio di prima di Vidal per il compagno che attacca centralmente e in area aveva freddato Alisson con un rasoterra

14' dentro Luiz Diaz per Sadio Mané, J. Henderson per Fabinho e Keità per Eliott

13' cross di Perisic verso Lautaro, diagonale di Konaté che intercetta e allontana quindi l'arbitro vede un fallo in attacco di Bastoni su Eliott

13' corre ai ripari Klopp che vede i suoi in difficoltà

11' da Bastoni per lo scatto di Perisic, l'ennesimo e cross sul primo palo su Dzeko anticipato da van Dijk in angolo. Sugli sviluppi palla al limite per Bastoni che alza la mira

10' partenza con grande personalità dell'Inter in questa ripresa, scatenato Perisic e buona partecipazione corale nelle azioni

9' a bordo campo si scalda Ranocchia che per precauzione resta disponibile viste le condizioni del primo tempo di de Vrji che per adesso non sembra avere problemi

8' apertura di Dumfries su Perisic velocissimo a raggiungere la palla ma cross in area per il colpo di testa di Lautaro mal calibrato! Avrebbe portato a un colpo di testa nella porta sguarnita!

7' buona azione dell'Inter che ha accompagnato ma manovra con i suoi difensori ma la difesa non consente la conclusione

6' cross di Perisic dopo uno scambio con Bastoni, a centroarea padrone Alisson che blocca

5' diga di Skriniar su Firmino che perde palla ai 25 metri, Inter concentrato dietro

4' ottima chiusura di Vidal sulla trequarti difensiva quindi Lautaro apre su Perisic bravo ad arrivare sul fondo ma cross preda della difesa

3' tunnel di Mané su Dumfries costretto al fallo ai 30 metri

2' azione di Perisic, sponda su Brozovic ma conclusione dal limite strozzata e abbondantemente a lato

1' dunque è Diogo Jota a lasciare il campo nell'intervallo per Roberto Firmino

si riparte con Firmino che parla con Klopp e si appresta all'ingresso dall'inizio. Batte l'Inter il calcio d'avvio

i giocatori sono pronti, si torna in campo altri 45 minuti di fuoco!

ben ritrovati con il secondo tempo della partita, tutto in equilibrio a San Siro

PRIMO TEMPO

47' doppio fischio dell'arbitro, Inter e Liverpool vanno agli spogliatoi sullo 0-0 di partenza. Ha tenuto bene la squadra di Inzaghi che con Calhanoglu ha anche avuto la chance più importante del primo tempo senza fortuna. Ci prendiamo una piccola pausa e torniamo per il secondo tempo

47' sventagliata di Brozovic su Dumfries che non tiene la palla, fallo laterale

47' lancio su Dzeko, van Dijk non si fida e spazza in fallo laterale

45' 2 minuti di recupero e de Vrij stringe i denti

45' si ferma nuovamente de Vrij che continua a dire che ha disturbi alla vista

44' lancio di Brozovic per lo scatto di Dzeko che difetta nel primo controllo ai 25 metri e si fa rimontare da van Dijk

43' senza fretta il Liverpool che prova far uscire l'avversario quindi lancio lungo di Alisson preda della difesa avversaria

42' buona la pressione sulla trequarti di Calhanoglu in grado di riconquistare per due volte il pallone in breve tempo

40' da Dzeko per Lautaro chiuso in raddoppio ma c'è l'angolo per Calhanoglu: battuta a centro area per Skriniar che stacca tra Konaté e Mané ma palla di poco a lato!

38' percussione di Salah che in area arriva fino al fondo ma Bastoni lo mura in corner. Cross per Fabinho anticipato di testa da de Vrij. Ripartenza tentata dall'Inter con Lautaro che al limite dell'area viene fermato da Konaté, regolarmente secondo l'arbitro

37' prodigioso intervento in scivolata di Skriniar in area su Diogo Jota, liberato al tiro con la difesa un pò in affanno!

35' contropiede Inter a destra sull'asse Lautaro - Dumfries, cross basso per Dzeko intercettato a centro area da Konaté, deviazione sul fondo. Nulla di fatto sul corner ma nerazzurri che restano in possesso palla

34' gioco fermo, a terra Vidal che ha subito da terra un colpo da Robertson fortuito ma nessun problema per lui, si riprende

32' bella giocata di Eliott che in area stava cercando libero sulla sinistra Salah, provvidenziale intervento in area di Calhanoglu che è sulla traiettoria e allontana

31' lancio lungo di Dzeko per Lauraro, ci arriva prima Alexander-Arnold che può alleggerire su Alisson

29' gioco fermo, un pò stordito de Vrij dopo un precedente scontro. Ghiaccio sulla testa per lui, lo staff medico cerca di verificare in fretta la situazione. Il difensore deve andare a bordo campo ma per adesso può provare a restare in campo

28' intervento energico di Vidal su Salah quasi ai 25 metri, punizione da posizione leggermente defilata: prova direttamente verso il primo palo a giro di Alexander-Arnold e palla di poco a lato!

27' dall'altra parte duello tra Mané e Bastoni bravo a coprire l'uscita del pallone sul fondo

25' fallo di Fabinho su Vidal, può salire la squadra di Inzaghi. Filtrante di Bastoni per Perisic che lotta con Konaté bravo a proteggere l'uscita del portiere

25' prolungato possesso palla degli inglesi, l'Inter resta alto e compatto

22' chiusura da terra di Vidal su Mané, angolo adesso per il Liverpool: palla sul secondo palo per Mané, tentativo in rovesciata e palla sull'esterno della rete

21' caparbio Dumfries che crossa basso su Robertson e corner questa volta dalla destra: allontana la difesa e ripartenza che non va a buon fine perchè è troppo lungo il lancio su Salah

20' perentorio scatto di Perisic, superato anche Konaté e cross basso deviato sul fondo: cross carico di effetto di Calhanoglu verso il secondo palo dove non c'è nessuno e palla sul fondo

18' lancio in area per Jota che prova un controllo in acrobazia ma è fermato per posizione di offside

16' fallo di Calhanoglu su Fabinho che minacciosamente era arrivato ai 25 metri: palla scodellata in area, allontana di testa Skriniar

15' traversa di Calhanoglu!!! Cross di Perisic sul primo palo dove con i tempi giusti arriva il turco ma conclusione che batte sulla parte bassa della traversa e resta in campo

14' spinta di Dumfries su Diogo Jota, punizione sulla trequarti: palla verso il secondo palo di Konaté per Mané che arriva con il tempo giusto ma alza la mira da due passi!

13' inserimento di Diogo Jota che supera Vidal quindi sul filtrante per Mané, intercetta Skriniar che subisce anche un fallo

12' si alza la bandierina per Lautaro che si era allargato sulla destra pronto a crossare al centro per Dzeko

10' cross lento di Robertson, blocca in presa alta senza problemi Handanovic. Dall'altra parte lancio troppo lungo per Dumfries che desiste dal rincorrere la sfera

8' conclusione in area di Salah murata da de Vrji in angolo. Il difensore ha rimediato a un errore in disimpegno iniziale con Mané bravo a vedere il compagno in area. Sul corner muro in area su Fabinho che stava provando a calciare da due passi quindi sugli sviluppi dell'azione ci prova Thiago Alcantara dal limite e traiettoria che si abbassa, di poco sopra la traversa

7' buona copertura di Fabinho a centrocampo su Dzeko e palla nella disponibilità della difesa

5' botta di Lautaro con il destro dal limite su palla recuperata da Dumfries, palla di un soffio a lato alla destra!

3' filtrante ai 25 metri di Dzeko intercettato quindi lancio per Salah che si accentra in area minacciosamente ma ottimo raddoppio di marcatura della difesa

2' prima chiusura di Skriniar su Mané, oggi tra i duelli più avvincenti

1' lancio di Elliot in area allontanato da Bastoni e sugli sviluppi dell'azione fallo a centroarea di Diogo Jota su Dumfries, punizione per la difesa

partiti! Calcio d'avvio battuto dal Liverpool in maglia rossa, Inter in maglia nerazzurra

Inter e Liverpool fanno il loro ingresso in campo, l'attesa è finita! Ma prima l'inno della Champions League e l'urlo degli spettatori oggi al 50% della capienza

Ci siamo! Squadre nel tunnel pronte a entrare in campo

Meno di 15 minuti all'inizio del match, le due squadre hanno ultimato il riscaldamento. Il match sarà diretto dal polacco Szymon Marciniak

Amici di Calciomagazine, benvenuti alla diretta di Inter - Liverpool. Grande serata di Champions League dalle ore 21 che seguiremo a partire dal pre partita. Intanto sguardo alle due formazioni. Inzaghi conferma gli 11 della vigilia con il rientro di Bastoni e con l'inserimento di Vidal per Barella squalificato. Klopp cambia solo due elementi con Konaté scelto per la difesa e Elliot a centrocampo.

TABELLINO

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij (dal 42' st Ranocchia), Bastoni (dal 45' st Dimarco); Dumfries (dal 42' st Darmian), Vidal (dal 42' st Gagliardini), Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro Martinez (dal 25' st Sanchez). A disposizione: Cordaz, Radu, D'ambrosio, Sangalli, Carboni, Caicedo. Allenatore: Inzaghi.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Konaté, van Dijk, Robertson; Thiago Alcantara (dal 41' st Milner), Fabinho (dal 14' st J. Henderson), Elliot (dal 15' st Keita); Salah, Diogo Jota (dal 1' st Firmino), Mané (dal 14' st Luiz Diaz). A disposizione: Kelleher, Matip, Minamino, Tsimikas, Oxlade-Chamberlain, Gomez,  Origi. Allenatore: Klopp.

Reti: al 30' pt Firmino, al 38' st Salah

Ammonizioni: -

Recupero: 2 minuti nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa

Le raccomandazioni per chi accede allo stadio

San Siro aprirà i suoi cancelli dalle 18:30: la raccomandazione per il pubblico è quella di arrivare con largo anticipo, in modo da potersi sottoporre per tempo ai necessari controlli di sicurezza. I titolari di biglietti di secondo anello verde devono entrare obbligatoriamente dall’ingresso n° 3. I titolari di biglietti di terzo verde devono entrare obbligatoriamente dall’ingresso n° .2. Infine l’ingresso 10 è riservato alla tifoseria ospite del Liverpool.

Tutti gli altri ingressi sono consigliati ma non obbligatori, per cui in caso di coda ci si può spostare verso un ingresso meno congestionato. Per accedere allo stadio sarà necessario esibire i seguenti documenti: biglietto del match, documento d’identità, Green Pass rafforzato (come da Decreto Legge 172/2021). Inoltre è obbligatorio, come da Decreto Legge del 29 dicembre 2021, indossare una mascherina FFP2.

Si consiglia di esibire il Green Pass rafforzato preferibilmente in formato digitale per velocizzarne la lettura e di preparare i documenti durante l’attesa in fila, in modo da agevolare il controllo da parte degli steward.

I presenti sono tenuti a rispettare il regolamento d’uso e il codice di condotta e a indossare la mascherina FFP2 per tutta la permanenza all’interno dello stadio. Si ribadisce il divieto di fumo all’interno di tutto l’impianto.

Gli spettatori sono tenuti a sedersi posto indicato sui rispettivi biglietti, pena la comminazione di una multa. Ricordiamo che dopo due multe scatta il DASPO.

Sarà vietato introdurre i seguenti oggetti nello stadio: stampelle, ombrelli grandi, accendini, laser, fumogeni, bandiere o vessilli non precedentemente autorizzati, caschi, passeggini, trolley e apparecchi fotografici professionali.

Tutti i tifosi sono invitati a mantenere il distanziamento, igienizzarsi le mani in maniera regolare ed evitare assembramenti.

Le dichiarazioni di Klopp alla vigilia

“La differenza è enorme tra Burnley e l’Inter in alcune parti ovviamente, ma in altre non tanto perché è una partita di calcio e pur sempre una partita di calcio. Sesaremo aggressivi l’Inter difenderà in maniera abbastanza compatta. Sono abbastanza sicuro che non sarà così ventoso o piovoso come a Burnley, quindi anche questa è una grande differenza. A parte questo, l’Inter è una squadra assoluta, top, top. Giocatori di prim’ordine,allenatore di prim’ordine, sono stati campioni l’anno scorso. Con tutto il rispetto per le altre squadre, penso che sia probabilmente la squadra migliore anche quest’anno in Italia, lo si vede in classifica in questo momento. Sembrano davvero solidi, hanno creatività in campo, sono molto ben organizzati, molto ben preparati in tutto ciò che fanno. E la qualità individuale è ottima. Quindi questa è la Champions League, su questo non c’è dubbio. Questa è una squadra di prim’ordine e dobbiamo mostrare una prestazione di prim’ordine anche solo per avere una possibilità. Ma perché non dovremmo provare? Storicamente, i risultati della fase a gironi non contano nella fase a eliminazione diretta. Quindi non c’è nessun vantaggio.  Dimostra solo che siamo una buona squadra di calcio, ma lo sapevamo prima. Negli anni in cui siamo andati alla finale abbiamo avuto risultati nella fase a gironi piuttosto nella media. È partita 51 in Champions League da quando sono qui, quindi abbiamo acquisito un po’ di esperienza nella competizione ed è quello che vogliamo. Sappiamo di affrontare una squadra incredibilmente forte con uno stile specifico, una squadra che gioca a calcio ma molto ben organizzata in difesa. È dura. Andrà bene”.

Le dichiarazioni di Calhanoglu alla vigilia

Abbiamo giocato veramente bene con il Real Madrid, abbiamo messo in campo il nostro gioco, creato tante occasioni ma non abbiamo fatto gol. Domani dobbiamo creare e fare gol, chiudere e andare fino alla fine perché contro il Liverpool sarà una partita molto intensa. Penso che il segreto del perché la mia stagione, dal punto realizzativo e degli assist, si stata la migliore fino ad ora risieda nel mio cuore e nella mentalità. Sono arrivato in una squadra che ha una mentalità vincente e sono venuto qui per quello. Li ringrazio perché mi hanno dato una grande mano, poi con il mister gioco in un altro ruolo che mi piace molto, perché ho più la palla, poi il resto deve venire da me, dalla qualità e dai miei compagni. Sono migliorato anche grazie al mister e al suo staff, sono qui tutti i giorni per migliorare i giocatori, io sento questo e faccio il mio meglio sul campo. In sei mesi ho vinto un trofeo che mi mancava, voglio vincere anche la Coppa Italia ma la Champions è sempre un sogno, vediamo cosa succederà domani, noi dobbiamo stare uniti e dimostrare in campo quanto valiamo: se giochiamo il nostro gioco domani secondo me faremo bene. Io ho già perso gli ottavi contro l’Atletico Madrid su rigore, domani spero di vincere, vogliamo passare il turno perché per noi giocatori queste partite sono importantissime. Quelli del Liverpool sono dinamici in mezzo, lo sappiamo, però domani andremo sul campo con personalità. Sono pronto perché mi aspettavo questa partita, affrontando una squadra forte si vede anche la tua personalità, come stai in campo, siamo pronti”.

Le dichiarazioni di Inzaghi alla vigilia

“Le squadre inglesi sono molto, molto forti. Il Liverpool sicuramente è una delle squadre più forti in Europa, ma sono contento perché la nostra società e i nostri tifosi si meritano di giocare queste partite. Sarà molto difficile ma ce la giocheremo con le nostre armi. Sulla carta il Liverpool è favorito, ma le partite vanno giocate. Dobbiamo scendere in campo per proporre il nostro gioco, voglio i ragazzi con la mente libera. Lo sappiamo: la determinazione farà la differenza e i ragazzi ne hanno da vendere, lo hanno dimostrato in ogni occasione quest’anno. La fiducia ce l’ho per i segnali che mi dà la squadra. Sabato contro il Napoli abbiamo fatto una partita normale nel primo tempo, condizionata anche dal rigore, ma nella ripresa siamo entrati con grande spirito e voglia. I secondi 45′ di Napoli mi danno grande fiducia in vista della Champions: rispettiamo il Liverpool ma non partiamo battuti. In questo momento gli uomini davanti hanno tutti le stesse possibilità di giocare. Abbiamo ancora gli allenamenti, valuteremo le condizioni di tutti e tre gli attaccanti. Due giocheranno, uno entrerà a partita in corsa. Ho giocatori molto maturi che accettano le scelte. Le partite sono tante, le rotazioni ci saranno sempre. Il primo step era quello di arrivare agli ottavi dopo tanto tempo. Abbiamo di fronte una grandissima squadra con fortissimi giocatori, ma le partite cominciano tutte 0-0. Abbiamo le nostre armi e le nostre motivazioni, i particolari possono essere decisivi. Sapevamo che la partita contro il Liverpool sarebbe arrivata dopo Milan e Napoli. Io sono soddisfatto delle prestazioni: 70′ di grande derby, a Napoli un ottimo secondo tempo. È normale: abbiamo fatto un punto su sei e quindi non sono soddisfatto. Il campionato sarà aperto e coinvolgerà noi, il Milan, il Napoli e anche la Juventus, che ha fatto un grande mercato. Klopp è un grandissimo allenatore, la squadra ha sempre un’intensità altissima sia in possesso che in non possesso. Alisson e Van Dijk sanno lanciare lungo, i terzini hanno piedi da registi: possono creare problemi in ogni parte del campo”.

L’arbitro

Sarà Szymon Marciniak l’arbitro della sfida. Il direttore di gara polacco avrà come assistenti Paweł Sokolnicki e Tomasz Listkiewicz. Il quarto uomo sarà invece Paweł Raczkowski. Assistenti VAR, Tomasz Kwiatkowski e Bartosz Frankowski. L’ultimo precedente di Marciniak con l’Inter risale al successo per 5-0 contro lo Shakhtar Donetsk nella semifinale di Europa League del 17 agosto 2020.

La presentazione del match

Il Liverpool ha chiuso al primo posto, a punteggio pieno, il gruppo B davanti ad Atletico Madrid, Porto e Milan. In Premier League é reduce dal successo esterno di misura contro il Burley ed é secondo a nove lunghezze dalla capolista Manchester City, a quota 54 punti, con un cammino di sedici partite vinte, sei pareggiate e due perse con sessantuno reti realizzate e diciannove incassate. Il bilancio delle ultime cinque sfide é di cinque vittorie con tredici gol fatti e due subiti. L’ultimo incrocio tra le due compagini risale al lontanissimo 11 marzo 2008 quando finì 0-1 per gli inglesi. Due doppi confronti in Coppa dei Campioni/Champions League tra Inter e Liverpool. Il primo è storico e riguarda la leggendaria rimonta nerazzurra nel 1965: dopo la vittoria dei Reds per 3-1 ad Anfield, l’Inter si impose 3-0 a San Siro, volando in finale per la seconda volta consecutiva. Una notte abbagliante: il gol di Corso, quello famosissimo di Peirò, capace di soffiare il pallone al portiere. E, infine, lo straordinario tiro di Giacinto Facchetti, una delle reti più iconiche e importanti del “Cipe”. Nel 2007/2008 agli ottavi Liverpool-Inter ad Anfield fu una vera battaglia: Materazzi espulso al 30′ per un severo doppio giallo, poi il grave infortunio al ginocchio a Cordoba nel finale, preludio ai due gol (86′ e 90′) di Kuyt e Gerrard. Al ritorno altro rosso per l’Inter (Burdisso), tante occasioni prima del gol vittoria inglese con Torres.

QUI INTER –  Simone Inzaghi che dovrà rinunciare agli infortunati Correa e Gosens, dovrebbe affidarsi al consueto modulo 3-5-2 con Handanovic tra i pali e difesa composta da Skriniar, De Vrij e Bastoni, che contro il Napoli non era potuto scendere in campo in quanto squalificato. In cabina di regia Brozovic con Vidak e Calhanoglu; sulle fasce Dumfries e Perisic. Tandem di attacco composto da Dzeko e Lautaro Martinez.

QUI LIVERPOOL – I Reds potrebbero adottare il consueto modulo 4-3-3, con Alisson in porta e Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk e Robertson a formare il pacchetto difensivo. A centrocampo Henderson, Fabinho e Keita. Tridente offensivo composto da Salah, Diego Jota e Mané.

Le probabili formazioni di Inter – Liverpool

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Vidal, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro Martinez. Allenatore: Inzaghi.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson; Fabinho, J.Henderson, N.Keïta; Salah, Diogo Jota, Mané. Allenatore: Klopp.

Curiosità

Sono tre i giocatori dell’attuale rosa nerazzurra ad aver segnato, nella propria carriera, almeno un gol contro il Liverpool. Il primo è Alexis Sanchez, che ha affrontato i Reds 9 volte in Premier League, segnando 2 gol con la maglia dell’Arsenal. Poi c’è Edin Dzeko, che ha sfidato il Liverpool sia con la maglia del Manchester City che con quella della Roma. Un totale di 11 partite con 3 gol, 2 dei quali nelle semifinali di Champions 2017/2018 in giallorosso. Infine Robin Gosens, autore del gol del 2-0 nella vittoria dell’Atalanta ad Anfield nella fase a gironi 2020/21 di UEFA Champions League. Mohamed Salah e Sadio Mané si sono appena affrontati nella finale di Coppa d’Africa: il Senegal ha conquistato il trofeo continentale vincendo ai rigori contro l’Egitto. Il penalty decisivo lo ha realizzato proprio Mané. Salah ha affrontato l’Inter cinque volte quando giocava in Italia, vincendo tre volte e segnando il gol dell’1-0 per la Fiorentina a San Siro nel 2014/15. (Fonte: Inter)

Dove vederla in TV ed in streaming

Inter-Liverpool sarà trasmessa in esclusiva su Prime Video e sarà dunque visibile attraverso l’applicazione di Amazon Prime Video disponibile per smart tv e per tutti i dispositivi mobili come smartphone, tablet, pc e console. La visione del match di Champions League è inclusa con Prime. Tutti coloro che non dispongono della sottoscrizione a Prime avranno la possibilità di iscriversi e guardare Inter-Liverpool su Amazon Prime Video: prova gratis per 30 giorni, poi 3,99 €/mese.