Inter-Mancini, stavolta è addio: si tratta la buonuscita

Il tecnico non vuole dimettersi, ma la situazione è degenerata e non verrà ricomposta. La società tratta già con De Boer

Inter-Mancini, stavolta è addio: si tratta la buonuscita

MILANO –  Roberto Mancini e l’Inter si stanno separando. La frattura durata un’estate tra il tecnico e la società nerazzurra, in primis Thohir, non è stata risanata e le rispettive strade si sono separate nel peggiore dei modi. Dopo l’1-6 con il Tottenham la situazione è degenerata e la proprietà cinese avrebbe ceduto alla pressione dell’indonesiano per il cambio tecnico. La società sta trattando la buonuscita di Mancini, pronto Frank De Boer.

La situazione è degenerata rapidamente e difficilmente Roberto Mancini sarà l’allenatore dell’Inter per la stagione in arrivo. La rottura è seria e il pessimo rapporto tra il tecnico e Thohir ha fatto sì che l’aria diventasse irrespirabile, fino al probabile addio. Quasi certo. Gli avvocati delle parti, infatti, stanno discutendo una transazione per chiudere definitivamente il rapporto con Mancini che non ha alcuna intenzione di dimettersi, così come la società non vorrebbe pagare i 10 milioni lordi dell’ingaggio del tecnico.

Per l’erede di Mancini c’è in pole Frank De Boer. Ausilio, secondo diverse fonti, ha già incontrato l’olandese per trovare un accordo da ufficializzare quando l’addio del tecnico jesino sarà ufficiale.