Juve-Aguero, solo a queste condizioni si può. Inter, no ad Aquilani. Napoli, chi aspetti?

Sarebbe il colpo del’anno, forse degli ultimi 5 anni. Dall’Argentina non si sono fatti scrupoli: Aguero alla Juventus! I tifosi bianconeri sognano e fanno bene, perché questa volta a guidare il mercato bianconero c’è un vero Direttore Sportivo, non un giovane Team Manager alle prime armi, pronto a bloccarsi nelle porte girevoli dell’Hilton di Milano. Ci siamo mossi per darvi qualche dritta in più; ci dicono dalla Spagna che l’Atletico abbia messo, solo ufficiosamente, sul mercato Sergio Aguero: di fronte ad un’offerta di 60-65 milioni di euro l’affare si potrebbe concludere. Nessuno, neanche gli inglesi, è arrivato a queste cifre.

Una soluzione la Juventus l’avrebbe anche trovata, ma l’accordo non è stato raggiunto e neanche è facile da portare a termine l’operazione. Almeno si ragiona. 60 milioni cash la Juventus non li mette sul piatto (giustamente), ma può arrivare a 28 più Tiago, già all’Atletico che adesso vuole tutto il cartellino, Fabio Grosso e Diego. Attenzione, passaggio delicato: fino a Grosso ci siamo, il problema si pone sulla valutazione di Diego. Le due parti non ragionano sugli stessi numeri ed a Madrid hanno ragione perché la Juventus non può valutare il brasiliano oggi quanto pagato ieri. “El Kun” sarebbe il colpo dell’estate; ci dicono, ma non ci crediamo del tutto, che in Sudafrica Aguero avrebbe parlato della Juve al suocero Maradona, il quale avrebbe sconsigliato un trasferimento in Italia a Sergio. Non ci pronunciamo!

L’Inter e Benitez: siamo curiosi. Moratti porta a Milano un buon allenatore, ma il top sarebbe stato Fabio Capello; lo avremmo preferito anche a Mourinho. Benitez ha il destino già segnato. In Italia la strada per lo scudetto è spianata: nessuno ha le potenzialità dell’Inter e nessuno dà la sensazione di poter intervenire sul mercato per interrompere questo dominio nerazzurro. Il Milan? Lasciamo stare. La Roma? I miracoli non si ripetono mai due volte. La Juventus, invece, ha bisogno di ancora un po’ di tempo per ricostruire sulle macerie post-Moggi. Benitez potrà vincere lo scudetto, e farà 0-0, ma difficilmente potrà difendere la Champions. Non trova conferme l’ipotesi di un arrivo all’Inter di Alberto Aquilani. Il centrocampista romano non aveva un gran rapporto con Benitez, meglio quello con il suo vice che è rimasto in Inghilterra. Aquilani, in vacanza in questi giorni a Formentera con la bella compagna Michela Quattrociocche, ha avuto rassicurazioni dai Reds sul fatto che non ci sarà alcuna smobilitazione generale e lui non è sul mercato.

Chiusura dedicata al Napoli, altrimenti con questo mercato soporifero rischieremmo di non parlare mai degli azzurri. Bigon è messo male; De Laurentiis gli ha garantito un budget minimo. Per questo i 20 milioni per Maxi Lopez non ci saranno, i soldi per Gilardino non arriveranno e, se si vuol puntare ad un attaccante straniero, bisogna farsi venire un’idea alla Lavezzi, forte ma a cifre ridicole. Stiamo lavorando su un’inchiesta di mercato. De Laurentiis quanto ha speso, di tasca propria, da quando è Presidente del Napoli? Ci prendiamo qualche altro giorno per fornirvi anche i dettagli.

[Michele Criscitiello – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]