Juve, Conte e quei silenzi che… parlano chiaro

L’ipotesi è affascinante, l’idea è accattivante. Antonio Conte alla Juventus è più di una semplice voce di mercato. L’ex mediano bianconero è uno dei principali indiziati a sedere sulla panchina della Vecchia Signora nella prossima stagione, nel caso, probabile a tal punto da considerarsi quasi una certezza, che Delneri non venga confermato alla fine di questo campionato.

La trattativa, infatti, con quella che da un po’ viene definita la prima scelta per la panchina, Luciano Spalletti, si sta rivelando più difficile del privisto. Ragion per cui, la dirigenza bianconera ha iniziato a guardarsi attorno, puntando l’attenzione sull’attuale tecnico del Siena. Il quale, ovviamente, non si pronuncia in merito, sviando con maestrìa ed eleganza qualsiasi domanda riguardi la Vecchia Signora, ma non rendendosi conto che i suoi continui “no comment” lasciano, sotto sotto, intendere un’ovvia speranza, nonché una chiara e giustissima voglia, a tratti scaramantica, di volare basso e non farsi distrarre da voci di mercato che ora dopo ora assumono continua consistenza.

Conte alla Juve, infatti, non è soltanto un’evanescente idea di mercato. È, come detto, un’ipotesi concreta. Che affascina sia i tifosi bianconeri, i quali sarebbero a dir poco entusiasti di un suo eventuale approdo alla guida tecnica della squadra, sia lui stesso. Che semtisce, per adesso. Ma sotto sotto, sogna.

[Alessio Milone – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]