Juventus, Allegri: “Non abbassiamo la guardia”

349

Le parole di Massimiliano Allegri in conferenza stampa in vista del match casalingo della sua Juventus contro il Carpi di Castori

TORINO – Massimiliano Allegri sicuramente non vorrà abbassare la guardia ma per la Juventus è la prima partita in casa dopo la matematica conquista dello scudetto. Arriva il Carpi, in piena corsa per salvarsi, e c’è ancora una finale di Coppa Italia da giocare: non si può abbassare la guardia.

LA CONFERENZA STAMPA
Le spiacerebbe perdere Morata?
“Mi spiacerebbe perdere qualunque giocatore. Ha fatto bene l’anno scorso, quest’anno aveva iniziato bene, poi è andato in letargo e ora è tornato. Spero rimanga alla Juventus.”Dopo Monaco, Sturaro si è visto meno: come mai?

“Ora avrà più spazio ma ha avuto problemi fisici, poi quando è stato bene Khedira ha giocato lui. Stefano è cresciuto molto, ha dimostrato di poter stare in una grande squadra.”Un parere su Rugani

“Rugani aveva davanti grandi difensori, doveva avere il tempo di crescere. Con lui il lavoro non è finito, abbiamo tanti giovani con grandi potenzialità. E’ un giocatore che starà qui dieci anni.”Il punto più alto e quello più basso dei suoi due anni a Torino?

“Il punto più alto sicuramente la finale di Champions, il più basso a inizio di questa stagione. Lavoriamo per averne di migliori e di non averne di peggiori.”Ora che ha vinto lo scudetto, le interessano i record?

“Abbiamo vinto lo scudetto con tre giornate d’anticipo e non era facile. Col Carpi bisogna vincere con un buon calcio, mi interessa che la squadra lavori in vista del 21 maggio. Sarà dura, il Milan ha giocato con noi due buone partite, sia all’andata che al ritorno.”Cosa ne pensa del Leicester e di Ranieri?

“Un grosso in bocca al lupo, sta facendo una stagione a dir poco straordinaria. Se vincerà lo scudetto quest’anno, non si sa tra quanto potrà vincerne un altro. E’ la dimostrazione che i tecnici italiani sono validi.”Come tenere alta la tensione?

“Queste partite vanno sfruttate per migliorare la qualità del gioco, per la solidità difensiva. Servono per continuare ad avere le giuste abitudine in vista della coppa Italia.”

Le piace André Gomes?
“Iniziamo a pensare a finire bene la stagione, poi vedremo sul mercato. La società si sta già muovendo. Sarà un mercato strano con gli Europei di mezzo, magari ci sarà qualche sorpresa. Una cosa è certa: la Juve farà una squadra competitiva in Italia e in Europa, il grosso lo abbiamo già fatto quest’anno.”Ha messo una sua parola nella conferma di Lemina?

“Ho dato un giudizio tecnico, ne abbiamo parlato con la società. Nel corso della stagione ha avuto qualche problema fisico ma quando ha giocato ha fatto buone prestazioni. Un giovane da grandi prospettive.”Ci può fare il bilancio del serbatoio della rosa, chi sarà in campo?

“Col Carpi giocherà Buffon poi di sicuro ci saranno Bonucci, Rugani, Evra, Pogba, Alex Sandro. Zaza non so, giocherà anche Morata.”Come conciliare la vittoria dello scudetto, alcuni giocatori da far rifiatare, un Carpi pericoloso?


“I ragazzi si sono preparati bene, chi deve rifiatare lo farà. Qualcuno ha giocato meno nell’ultimo periodo, giocheranno loro ma tutti devono prepararsi al meglio per la coppa Italia.”Che effetto le fa questo scudetto?

“Un bell’effetto perché dopo il Sassuolo c’è stata una rincorsa incredibile, dura pensare che un’altra squadra possa rifarlo. Complimenti a tutti: dal presidente alla società ai ragazzi soprattutto quelli, sono otto, che in rosa lhanno vinti tutti gli ultimi cinque. Ma non si può staccare la spina, ci aspetta la coppa Italia. Cerchiamo di chiudere il campionato in bellezza.”