Juventus-Chievo Verona: la presentazione della partita

Dopo la rimonta di Stamford Bridge nell’esordio stagionale in Europa, la Juventus capolista si rituffa nel campionato in un tour de force che darà molte indicazioni sulla tenuta, fisica e mentale, della squadra di Conte. Se lo scorso anno infatti la squadra bianconera poté evitare di attuare un deciso turn-over vista l’assenza di gare europee, quest’anno bisognerà puntare anche sulle cosidette riserve per tenere lo stesso ritmo su entrambi i fronti. Questo primo miniciclo di gare ogni tre giorni dirà molto sulle qualità della rosa juventina e sulle speranze di poter dominare da un lato il campionato e competere ad alti livelli in Europa. Oltre al turn-over sarà interessante vedere come i bianconeri riusciranno ad avere la meglio su una vera e propria bestia nera degli ultimi anni come il Chievo Verona. L’ultima vittoria risale infatti al 2009-10, quando in panchina c’era Ferrara: da allora quattro pareggi e una sconfitta segnano il cammino della Juventus contro i clivensi che anche in questa stagione vorranno provare a sgambettare i bianconeri fermando la corsa netta – 3 vittoria su 3 – di questo inizio di stagione.

Come arriva la Juventus – Come detto la Juventus adotterà il turn-over anche in vista della sfida di martedì a Firenze. In difesa dovrebbe trovare posto Lucio che sostituirà uno fra Barzagli e Bonucci. È però il centrocampo il reparto che Conte cambierà di più: fuori l’acciaccato Vidal e uno stanco Pirlo, spazio a Pogba in cabina di regia e Giaccherini come mezzala, con i soli Marchisio e Asamoah confermati dopo Londra. A destra infatti dovrebbe giocare Isla all’esordio stagionale in campionato. In avanti Quagliarella, dopo il gol del pareggio a Stamford Bridge, avrà una chance da titolare al fianco di Vucinic. Bendtner andrà in panchina, ma potrebbe ritagliarsi un po’ di spazio a gara in corso, specialmente se la Juve non riuscirà a sbloccare la gara.

Come arriva il Chievo Verona – Di Carlo per la trasferta di Torino sembra deciso a infoltire il centrocampo a discapito dell’attacco. In difesa l’unico dubbio è a destra con Frey favorito su Sardo. In mezzo al campo dovrebbero invece trovare posto Cruzado, Luca Rigoni ed Hetemaj in mediana con due trequartisti alle spalle di Pellissier. Favoriti in questo caso Thereau e Marco Rigoni per una squadra che sempre voler puntare sul contropiede per allungare la propria striscia positiva nei confronti diretti coi bianconeri e confermarsi bestia nera per i campioni d’Italia.

Le probabili formazioni

Juventus (3-5-2): Buffon; Lucio, Barzagli, Chiellini; Isla, Marchisio, Pogba, Giaccherini, Asamoah; Vucinic, Quagliarella. A disp.: Storari, Rubinho,  Bonucci, Caceres, Marrone, Vidal, De Ceglie, Lichtsteiner, Pirlo, Bendtner, Matri, Giovinco. All. Carrera

Chievo (4-3-2-1): Sorrentino; Frey, Dainelli, Cesar, Jokic; Cruzado, L.Rigoni, Hetemaj; Thereau, M. Rigoni; Pellissier. A disp.: Puggioni, Andreolli, Viotti, Sardo, Papp, Vacek, Guana, Samassa, Moscardelli, Di Michele, Stoian. All. Di Carlo.

[Tommaso Maschio – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]