Juventus: cosa cambierà con Conte nuovamente in panchina?

Bisogna risalire a Juventus-Atalanta dello scorso 13 maggio per trovare l’ultima panchina in Serie A di Antonio Conte, tecnico della Juventus che dopo la squalifica per la vicenda Calcioscommesse ritornerà in campo accanto ai giocatori bianconeri domenica prossima al Renzo Barbera. Una curiosa casualità visto che, nella scorsa stagione, proprio la partita contro il Palermo risultò decisiva per il campionato con la squadra allenata da Conte che in quel pomeriggio compì il sorpasso ai danni del Milan dopo la sconfitta subita dalla Fiorentina con il gol dell’ex di Palermo e Juve Amauri.

Cosa cambierà con il ritorno di Conte in panchina? Dall’inizio della stagione, la squadra campione d’Italia, anche a causa degli impegni europei in settimana, aveva leggermente cambiato il suo modo di stare in campo, risultando a tratti anche meno ‘affamata’ della scorsa stagione. Conte, come definito spesse volte dai suoi giocatori, è un vero e proprio martello e, nella scorsa stagione, è risultato essere il ‘top player’ della squadra piemontese. Il tecnico leccese, con la sua carica agonistica, si presenta in campo davvero come il 12° uomo in campo e con lui la Juventus potrebbe trovare forze in più, magari nel momento in cui paiono mancanti. D’altro canto però, un’assenza così prolungata, potrebbe aver abituato la Juventus a vivere senza le urla di Conte: potrebbe essere questo un problema per la squadra bianconera?

[Mauro Piro – Fonte: www.tuttopalermo.net]