Juventus-Fiorentina, le dichiarazioni di Allegri nel pre partita

287

Alla vigilia di Juventus Fiorentina il tecnico bianconero ha sottolineato l’importanza di non perdere punti con le medie-piccole

TORINO – Conferenza stampa della vigilia per il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, in vista della sfida alla Fiorentina di Pioli. Per il tecnico toscano è ancora troppo presto per esserci uno strappo in classifica. “Siamo solo alla quinta giornata, la classifica si allunga verso la decima, è ancora presto. Si viaggia tutti tranquillamente insieme, per ora”.

“Corsa scudetto? L’importante è sempre vincere con le medio piccole, l’anno scorso abbiamo vinto e perso con Milan, Inter e Roma e vinto e pareggiato con il Napoli. L’anno scorso la cosa particolare è che gli scontri diretti non finivano quasi mai pari. Serviranno 90 punti per vincere il campionato”.

I dubbi di formazione

Probabile un po’ di turnover per i bianconeri con Szczesny che gioca al posto di Buffon tra i pali. Su Bernardeschi Allegri ha lasciato qualche dubbio: “Domenica ha fatto un quarto d’ora bene in fase di possesso e di non possesso, sono molto contento, sta crescendo”. Sottolineando il fatto che è normale che si debba abituare perché alla Juventus per conquistarsi spazio c’è da lavorare duramente e da fare un salto mentale.  “Qui una palla giocata vale più di altre”. Prima di stilare la formazione il tecnico dovrà vedere l’ultimo allenamento e tenre conto che sabato la Juve gioca di nuovo.

Allegri si è poi soffermato sul ruolo più discusso degli ultimi giorni, quello di terzino destro. Tante le soluzioni possibili per il toscano della Juventus che ha l’imbarazzo della scelta. Lichtsteiner ha giocato male nell’ultima di campionato, mentre De Sciglio per un tempo al Camp Nou ha fatto un’ottima prestazione, ma è infortunato. Torna Howedes. ed é probabile che sia lui a giocare da terzino, anche se é in ballottaggio con Lichtsteiner o Sturaro. “Al Camp Nou lo ha fatto per un tempo bene e penso possa crescere molto in quella posizione. Howedes mi permette di poter giocare anche a 3 dietro”, ha dichiarato l’allenatore.