Lazio, Cataldi: “Per lo Scudetto darei tutto, manca tantissimo il campo”

57

Lazio, Cataldi: "Per lo Scudetto darei tutto, manca tantissimo il campo"

Le parole del centrocampista della Lazio nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Radio Lazio Style.

ROMA – Il centrocampista della Lazio Danilo Cataldi ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Lazio Style. Queste le sue parole: “Quanto manca il campo? Tanto, tantissimo, anche i compagni e lo staff. È una cosa fisiologica, l’allenamento è un modo per staccare. È un periodo particolare per tutti, nessuno ha mai vissuto momenti così, ho chiesto anche alla mia famiglia. Bisogna rispettare tutto quello che ci viene detto per tornare ad abbracciarsi il prima possibile. “Il gruppo nostro di squadra è molto attivo tutti i giorni. Ci siamo anche visti qualche volta in video. Ogni tanto sento qualcuno, come il capitano Lulic che è in Svizzera per le cure, e poi anche Milinkovic. Mi ha preso in giro per gli addominali alla Ronaldo? Sì ma vabbè, si fa quel che si può. Pure Correa mi ha bacchettato, ma deve stare attento alle foto che mette. Siamo un gruppo fantastico, c’è un affetto particolare”.

Il centrocampista ha, poi, aggiunto:Il club ci segue quotidianamente, ci hanno messo tutto a disposizione per fare il meglio. Ovviamente non è lo stesso, il campo non è sostituibile in nessun modo, ma cerchiamo di tenerci in forma. Stiamo cercando di fare il massimo per questo. Io ho un piccolo giardino, quindi soprattutto in questi giorni l’ho consumato un po’. Ho usato lo spazio esterno, ma ho anche internamente delle piccole attrezzature che mi permettono di lavorare al meglio”. Sullo Scudetto: “Chiedetemi tutto, a parte la mia famiglia darei qualsiasi cosa Fatemi una lista! Sarebbe la cosa più bella e gloriosa di tutte, perché vincere il campionato è la più difficile di tutte: serve una continuità incredibile per arrivare davanti a 19 squadre. Abbiamo sempre detto che il nostro obiettivo era la Champions e dobbiamo staccarci ancora di più dal quinto posto. Però siamo lì in alto, vediamo, dobbiamo lottare fino alla fine”.

Infine:Io sto giocando alla play tutto il tempo! Siccome non sono un fenomeno e perdo sempre la calma, mi rassereno con un puzzle del Colosseo. Inoltre mia moglie mi ha imposto di pulire la cucina ogni volta che mangiamo, sono diventato esperto di prodotti e pezze”.

Articoli correlati