Lazio: visita di Prandelli, Reja orientato al 4-2-3-1

201

FORMELLO – Seduta mattutina per la Lazio di Edy Reja che alle 10:30 ha ricevuto la visita del c.t. della Nazionale Cesare Prandelli. Il gradito ospite, accompagnato dal segretario Mauro Vladovich e dal suo staff, ha visitato tutto il centro sportivo e ha seguito parte della seduta intrattenendosi a bordo campo con Olympia. Ha parlato con il mister biancoceleste, al quale ha donato una maglia celebrativa della Nazionale, e dopo circa 50 minuti ha abbandonato il quartier generale laziale.

REJA NON SI SCOPRE – La sessione mattutina è durata un’ora e mezza circa. Dopo un breve riscaldamento, Reja ha diviso in gruppo in due formazioni facendo svolgere ai suoi una partitella in famiglia a campo ridotto. La formazione testata nella sfida sul campo di Formello è stata disposta secondo un 4-2-3-1 composto da Scaloni, Dias, Diakitè e Garrido in difesa. Matuzalem e Ledesma davanti alla retroguardia, con la linea tre della trequarti completata da Hernanes, Candreva e Gonzalez. Rocchi in avanti come unica punta. Sembrava dunque definita la probabile formazione titolare per la sfida di domenica con il Lecce, ma dopo pochi minuti di lavoro atletico, il gruppo è stato ridisposto in campo.

Questa volta le prove tattiche erano incentrate sul 4-3-1-2: in mediana Cana al centro di Matuzalem e Brocchi, con Hernanes a supporto della due punte Rocchi e Alfaro. Reja non sembra aver ancora scelto dunque con quale modulo affrontare i pugliesi all’Olimpico. E’ probabile il rientro dal primo minuto di Dias che potrebbe ricomporre la coppia titolare con Biava. Diakitè, oggi provato con il brasiliano, insidia il centrale lombardo. Senza Konko e Radu toccherà ancora a Garrido e Scaloni occupare le corsie esterne della retroguardia. A centrocampo mancherà Mauri squalificato. Non ci saranno Lulic e Klose che continuano a svolgere lavoro differenziato in campo. Il bosniaco ha iniziato a toccare il pallone mentre il tedesco ha corso senza effettuare cambi di direzione. Kozak deve ancora scontare la giornata di squalifica e Makinwa continua a svolgere lavoro differenziato.

[Alessandro De Dilectis – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]