Leicester, favola finita ma non il “sogno italiano”

343

LeicesterLEICESTER – È infine arrivata ieri sera l’ufficialità dell’esonero di Claudio Ranieri. La dura legge dei numeri ha colpito anche il tecnico romano, osannato non più tardi di qualche mese fa.

Nessuna promessa

Ranieri era stato chiaro: “Rivincere in Premier? Sarebbe più facile che un’astronave scendesse a Wembley!”. Ma nessuno forse si aspettava un ridimensionamento così drastico che vede la squadra di ritorno alla lotta per non retrocedere. Attualmente le “foxes” sono ad un solo punto dal terzultimo posto, e a due lunghezze dall’ultimo.

Di conseguenza, dopo aver quasi elevato agli altari il tecnico, la dirigenza gli ha dato il benservito. Sono un lontano ricordo le parole del Sindaco che affrontò il discorso dell’intitolazione di una strada a Ranieri.

Le colpe della dirigenza

Eppure qualche colpa la dirigenza dovrebbe anche riconoscerla nei confronti di sé stessa. La partenza di Kantè non è stata surrogata da giocatori con le caratteristiche del francese, scollando di fatto un mosaico che reggeva magicamente.

La rinascita parte dall’Italia?

Tutti i media questa mattina parlano di fine della favola. Una delle più belle storie della storia del calcio termina in un esonero. Ma di fatto, se una fiaba finisce potrebbero anche continuare i sogni dei tifosi. Alle porte della panchina del Leicester ci sarebbe un altro Italiano. Uno di quei nomi che hanno fatto sognare i tifosi del Bel Paese e anche di Albione. Roberto Mancini, potrebbe far proseguire il “sogno italiano” del Leicester. Il tecnico di Jesi è uno di quei profili in grado di placare anche gli eventuali malumori di chi non avesse digerito il trattamento riservato a Ranieri.

Mancini è un istituzione sia in Italia che in Gran Bretagna, un allenatore che ha vinto ovunque sia andato. Il suo carattere e la sua autorità potrebbero infatti scuotere l’ambiente. E forse è proprio di questo che il Leicester ha bisogno. Perché se la componente psicologica e l’entusiasmo hanno prodotto il miracolo della vittoria, gli stessi ingredienti potrebbero essere propulsori di rinascita.

Buon lavoro Bobby-gol.

Articoli correlati