Calcio Lettonia: notizie sul campionato lettone

386

logo Virsliga lettonia

Campionato di calcio lettone, aggiornamenti dalle competizioni presenti. La storia della Virsliga con le squadre più importanti di Lettonia, aneddoti e curiosità

VIRSLIGA: calendariorisultaticlassificamarcatori

Un primo campionato di calcio nazionale fu organizzato fin dal 1910, come competizione calcistica della città di Riga; con questa formula fu disputato fino al 1916, torneo per altro non concluso per lo scoppio della prima guerra mondiale. Successivamente nel 1921 fu organizzato un primo campionato nazionale, che non fu concluso a causa dell’arrivo dell’inverno, dove però parteciparono solo squadre di Riga. Anche l’anno seguente il campionato vide schierate solo squadre della capitale. Dal 1923 al 1926 i campionati prevedevano due differenti gironi: uno con le squadre di Riga e l’altro con quelle delle altre regioni; ad assegnare il titolo c’era uno spareggio tra i vincitori dei due gironi. Dal 1927 assunse la denominazione di Virsliga e prevedeva il classico girone unico nazionale. Dal 1937-1938 i campionati seguirono il modello dell’Europa occidentale.

Con lo scoppio della seconda guerra mondiale il campionato subì diverse vicissitudini: inizialmente, essendo la Lettonia invasa dall’Unione Sovietica, si disputò, senza conclusione, un campionato regionale della Repubblica Socialista Sovietica Lettone, con lo scioglimento di tutte le formazioni preesistenti. La successiva invasione nazista vide il ripristino della Virsliga e delle vecchie squadre lettoni.

La vittoria sovietica riportò la Lettonia nell’URSS: dal 1945 al 1991 le squadre lettoni partecipano al campionato sovietico di calcio. Come nelle altre repubbliche, anche in Lettonia fu organizzato un campionato nazionale, che era di fatto un campionato regionale.

Dal 1992 viene organizzato l’attuale campionato dalla Latvijas Futbola Federācija (LFF): la prima edizione consisté in un girone all’italiana di dodici squadre. Nel 1995 e nella stagione successiva, il campionato viene diviso in due fasi: nella prima parte della stagione le dieci squadre prima giocano tutte insieme, poi in base alla classifica, vengono divise in due: le prime sei lottano per il titolo, le altre quattro per mantenere la categoria. Questo format venne poi ripreso nel 2008, per poi tornare al campionato ad una sola fase.

Oggi le dieci squadre durante lo svolgimento della stagione incontrano tutte le altre quattro volte, due in casa e due in trasferta, per un totale di trentasei partite. Alla fine della stagione, la squadra che ha ottenuto più punti è campione di Lettonia e si qualifica al secondo turno di qualificazione della UEFA Champions League, mentre la seconda e la terza classificate sono ammesse al primo turno di qualificazione della UEFA Europa League.

L’ultima classificata viene invece automaticamente retrocessa nella 1. Līga, e la vincitrice della 1. Līga subentra alla retrocessa. La squadra arrivata penultima in Virslīga e la seconda classificata nella 1. Līga giocano due partite per aggiudicarsi il posto nella Virslīga della stagione successiva.

Articoli correlati