Lucas Torreira: “Il prezzo del cartellino non mi condiziona”

Lucas Torreira: "Il prezzo del cartellino non mi condiziona"

Il centrocampista uruguayano, in una intervista concessa al Corriere della Sera, ha raccontato gli esordi, il cambio di ruolo e le sue aspirazioni. Intanto la Sampdoria prosegue la preparazione in vista della gara contro il Verona, affidata all’arbitro Pairetto

GENOVA  -In una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera il centrocampista della Sampdoria, Lucas Torreira ha parlato del suo passato, di ciò che gli disse Massimo Oddo e del suo futuro.

A casa eravamo sei fratelli: ogni giorno arrivavano cugini, amici, insomma era un gran casino. Così papà quando voleva riposare ci mandava tutti in strada a giocare a calcio. Mi è piaciuto, non ho più smesso“, così ha esordito il giocatore uruguayano, ventidue anni da compiere domenica prossima. Nelle giovanili del Pescara, dove è arrivato nel dicembre del 2013, quando la squadra era allenata del fratello di Marco Giampaolo, faceva la seconda punta. “L’idea di cambiarmi ruolo l’ha avuta Oddo, che guidava la prima squadra mi vide e mi disse che da attaccante potevo arrivare al massimo in C. E quindi se volevo provare davanti alla difesa perché ero cattivo, avevo tocco e sapevo giocare verticale”. Fu una di quelle svolte che cambiano una vita.

Torreira è nel mirino delle grandi squadre di tutta l’Europa, nell’attesa che cominci la sessione estiva di calciomercato, ma non sembra prestare attenzioni alle voci di mercato. A Genova sta bene “è bellissima, adoro il mare e la mia casa non è mai vuota” e con la  squadra blucerchiata spera di raggiungere l’Europa League al termine della stagione. “Il mio cartellino vale 50 milioni di euro? Io voglio sempre migliorare: ora c’è la Sampdoria, il resto non mi tocca. Vengo dalla fame e dalla polvere, non mi condizionerà mai un cartellino del prezzo” ha concluso il centrocampista.

Le ultime da Bogliasco

Intanto a Bogliasco proseguono gli allenamenti in vista della sfida contro l’Hellas Verona in programma domenica prossima. Per tutti esercitazioni e partitelle tattiche.  Assente solo Dennis Praet, impegnato nel suo doppio lavoro quotidiano di recupero agonistico. La gara è stata affidata al signor Luca Pairetto della sezione di Nichelino. Ranghetti e  Santoro saranno gli assistenti, con Forneau come quarto uomo. I responsabili del Var saranno Pasqua e Marrazzo.