Magia di Quagliarella e acuto finale di Pellissier. Chievo-Juventus è 1-1

Quagliarella fa sognare la Juventus e Pellissier la riporta sulla terra. Chievo-Juventus finisce 1-1, un risultato forse beffardo per i bianconeri che fino all’ultimo avevano assaporato il gusto dei tre punti. Dopo il ko del Milan di ieri sera, Lazio e Napoli ne approfittano per riavvicinarsi alla vetta, mentre la Juventus rallenta e si spartisce la posta con un Chievo che non molla mai, lotta alla pari e viene premiato in chiusura così come successo ai rivali sette giorni fa contro la Lazio. Poche novità, rispetto alle ultime uscite, nell’undici che il tecnico gialloblu Pioli sceglie di mettere in campo, mentre in casa Juventus, come al solito, ha più lavoro da fare Delneri vista la cronica emergenza infortuni. Spazio ai giovani ed in particolare ai classe ’92 Sorensen e Giandonato dal primo minuto, ma proprio quest’ultimo dovrà abbandonare il campo per espulsione dopo pochi minuti della ripresa.

Intanto, nel primo tempo, c’è da registrare ancora un grande Storari che mantiene inviolata la porta bianconera disinnescando un rigore calciato da Marcolini. Al trentunesimo, invece, Quagliarella trova un eurogol, in rovesciata, da pochi passi spalle alla porta. In precedenza lo stesso attaccante napoletano aveva servito un pallone d’oro a Sorensen che, però, non si era concretizzato in gol grazie a Sorrentino ed al palo della sua porta. Nella ripresa, come detto, la Juventus rimane in dieci, ma è lucida a non farsi raggiungere e con Iaquinta e Krasic ha l’opportunità di chiudere i conti. Il Chievo ringrazia ancora una volta il suo estremo difensore, i legni della sua porta e nel recupero finale trova il pari: traversone in area e palla che finisce sui piedi di Pellissier che, rasoterra in diagonale, fredda Storari. Altro punto importante per i clivensi, mentre per la Juventus è un’occasione di riavvicinarsi alla vetta sprecata.

[Andrea Lolli – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]