Maicon out? C’è Jonathan, Santon può partire. Sulla sinistra però…

Nulla di grave, ma è uno stop che non ci voleva proprio in questo momento delicato di preparazione alla nuova stagione. La lesione del menisco mediale del ginocchio destro che da tempo affligge Maicon è un problema che va risolto chirurgicamente. Inutile procrastinare ulteriormente, il rischio sarebbe quello di trovarsi un calciatore a mezzo servizio. Pertanto, il terzino brasiliano non si vedrà in campo prima di un mese circa. Una ‘tegoletta’, considerati i tempi di recupero, ma questo stop si carica di un peso ulteriore visto che il Colosso dovrà fermarsi ai box mentre i compagni lavorano per ottenere una buona condizione fisica. Ergo, una volta tornato a disposizione, non sarà il ‘solito’ Maicon ma un giocatore che, reduce dalla Copa America e con una ventina di giorni di vacanza, dovrà effettuare un rapido richiamo atletico prima di essere gettato nella mischia. La speranza è che il suo fisico risponda bene alle sollecitazioni cui verrà sottoposto una volta terminata la convalescenza.

Facile, comunque, immaginare che l’Inter possa correre ai ripari per sostituire il nazionale della Seleçao in sede di mercato. Ma non sarà così. Un mese di stop non è un motivo sufficiente per andare a cercare un’alternativa, anche perché, saggiamente, il club l’ha già presa tempo fa: Jonathan. L’ex esterno del Santos è arrivato a Milano per essere l’alter ego di Maicon, per dargli fiato ed evitare che, durante periodi di assenza o appannamento, la squadra soffra sulla corsia destra. Jonathan avrà dunque subito l’opportunità di dimostrare il proprio valore, ‘tappando’ il buco lasciato dall’infortunio di Maicon per le prime uscite ufficiali nerazzurre. Chi sosteneva che il suo acquisto era il preludio all’addio del Colosso, si sbagliava: un’alternativa come lui nel ruolo può solo fare la gioia di Gasperini, che comunque, a questo punto, potrebbe chiedere alla società di trattenere Santon. Ma anche questa soluzione non è scontata.

Il Bambino è sempre sul piede di partenza e, nonostante lo stop del titolare del ruolo, è improbabile che rimanga all’Inter almeno fino a gennaio. Infatti, a rimanere potrebbe essere Davide Faraoni, entrato in campo nella ripresa del derby di Pechino. Il terzino ha dimostrato di sapersi muovere bene nonostante la giovane età e, qualora fosse necessario nel prossimo mese, Gasp conterebbe anche su di lui. Ergo, Santon non sarebbe necessario e potrebbe fare le valigie. Dunque, nessun intervento sul mercato per l’Inter nonostante il forfait di Maicon. La squadra stringerà i denti per il periodo necessario e Gasperini farà di necessità virtù. Acquistare un nuovo esterno quando in rosa, per la fascia destra, ce ne sono già quattro con uno in partenza (il Bambino) non avrebbe senso.

Più sensato sarebbe dar manforte all’altra corsia, dove al momento rispondono presente i soli Nagatomo (reduce dalla lussazione della spalla) e Chivu, con Zanetti solito jolly. Considerando che il romeno agirà anche da difensore centrale e il giapponese dovrà fare i conti con i postumi dell’infortunio, forse è il caso di sondare il mercato per non costringere l’allenatore a inventarsi soluzioni fantasiose e poco fruttuose…

[Fabio Costantino – Fonte: www.fcinternews.it]