Mercato bollente, ecco i miei consigli ai ds

194

Tempo di mercato, tempo di colpi, magari a poco prezzo. In questo editoriale, proverò a dispensare qualche consiglio utile ai miei colleghi direttori sportivi, sperando di poter fornire qualche spunto interessante da seguire in questa fase di mercato che si preannuncia bollente.

Parto con il Bologna, consigliando all’ottimo Longo di tesserare i due ragazzi africani che ha in prova proprio in questi giorni. Marco Grbassin proveniente dall’Anversa ed il ventenne Givestin N’Suki, di cui mi hanno parlato molto bene. Questa è la strada da percorrere in un momento di crisi come quello che sta attanagliando il calcio italiano. Un tempo gli allenatori erano restii ad aggregare al ritiro dei giocatori in prova, però ormai i tempi sono cambiati. E tutte le componenti del calcio moderno si devono adeguare. Restando in rossoblu, parliamo del Genoa. Il club di Preziosi sta facendo i botti: il mio consiglio è di non mollare ugualmente Boateng, un giocatore davvero eccezionale al di là di quanto dimostrato al mondiale, e di provare a prendere un altro ghanese, Annan, come alternativa a Milanetto. Sarebbe il regista classico che manca alla rosa di Gasperini, e non credo che il Rosemborg farà richieste troppo esose per lui.

La Juve è sempre alla ricerca di un esterno di ruolo, veloce e dinamico. Io punterei tutta la vita su Elia, lasciando da parte Krasic. L’olandese è perfetto per gli schemi di Delneri, ha un costo simile al serbo, ed è molto più giovane. Non c’è paragone.

Al Napoli, invece, manca un centrocampista di valore assoluto. Gli azzurri devono puntare su giocatori affermati nel giro del nostro campionato. Inler è la soluzione ideale, in giro per l’Europa non vedo niente di meglio. Sarebbe il Cavani della mediana, un colpo in grado di garantire il salto di qualità definitivo. Occhio alla concorrenza inglese però, che mi dicono essere fortissima.

Mi permetto di fare un paio di suggerimenti anche a Marco Branca. Una volta ceduto Balotelli, andrei al volo su Luis Suarez dell’Ajax. E’ perfetto per l’Inter di Benitez, ha dimostrato di avere temperamento, qualità, e segna caterve di gol. Non vedo perché non potrebbe continuare a mantenere questo trend anche nel nostro campionato. E’ una scommessa da tentare, per me è già vinta.

Qualora sfumasse il colpo Mascherano, poi l’alternativa perfetta sarebbe Bastian Schweinsteiger, giocatore che mi fa letteralmente impazzire. Forza, carattere e piedi buoni: è il leader ideale per qualsiasi squadra, anche per chi è campione d’Europa. Credo che sulla base di 18 milioni si possa intavolare un discorso serissimo con il Bayern. Per quanto riguarda l’affare Maicon, sono d’accordo su un eventuale sacrificio del brasiliano. È un’occasione troppo ghiotta per realizzare una plusvalenza eccezionale, specie per un giocatore che si affaccia ai 30 anni. Per sostituirlo, andrei dritto su Rod Fanni del Rennes. Lo vedo meglio ancora di Sagna, costa meno e spinge di più. E’ stato inserito nella lista dei 30 di Domenech, prima di essere tagliato all’ultimo dal Mondiale Sudafricano. Con la rivoluzione di Laurent Blanc sono certo che rientrerà tra i titolari. Meglio anticipare i tempi per evitare salassi a livello economico.

Stesso consiglio che do’ alla Lazio per il centrocampista Blaise Matuidi. E’ da prendere subito, tra un mese potrebbe costare almeno un paio di milioni in più.

In chiusura, una dritta alla Samp, che si appresta ad affrontare l’avventura in Champions League. Per la porta c’è uno svincolato di lusso come Timo Hildebrand: ha 31 anni ed una carriera che lo ha abituato a stare ai massimi livelli. E’ da prendere al volo!

[Malu’ Mpasinkatu – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]

Articoli correlati