Mercato: Mangia da precario a manager, tre tecnici a rischio in B

ZAMPARINI, MANGIA E LE IDEE CHE CAMBIANO IN FRETTA… Da precario a nuovo manager. Il destino degli allenatori è sempre dipendente dai risultati, ma a Palermo questa regola sembra amplificarsi all’ennesima potenza. Devis Mangia è arrivato alla guida della prima squadra del Palermo dopo l’esonero di Stefano Pioli. Scelta del ds Sean Sogliano, pronto a far pace col patron Zamparini dopo i dissidi di mercato solo a patto che la società promuovesse l’allenatore portato in prima persona in Sicilia, suo pupillo dai tempi di Varese. Zamparini lo accontentò, anche se la scelta del patron rosanero fu tutt’altro che convinta: “Dopo il ko col Napoli in amichevole – dichiarò Zamparini durante la presentazione del nuovo allenatore – ho pregato Rossi di tornare e lui ha preso tempo così con Sogliano abbiamo optato per una soluzione ponte, Mangia.

Gli ho detto che sarà di passaggio ma se andrà bene ne riparleremo, tra un mese credo che sia Delio che Ranieri, quelli che mi danno più garanzie, saranno liberi. Loro potrebbero rimettere in carreggiata una squadra che per ora è priva di entusiasmo”. Dichiarazioni rilasciate il 1 settembre che 12 giorni dopo – a seguito del successo all’esordio in campionato contro l’Inter -lasciano spazio a tutt’altre parole: “Speriamo di fare con il nostro mister un lungo ciclo così come sta facendo Wenger con l’Arsenal. La vittoria sull’Inter non è questione di modulo, ma di passo”. C’è quindi piena fiducia nel nuovo allenatore. Attendiamo conferme anche dopo i primi passi falsi..

SERIE B, TRE TECNICI A RISCHIO. FIORENTINA E ROMA, INTERESSANTI RETROSCENA. Partiamo questa volta dalla Serie B, dove sono bastate quattro giornate per mettere in discussione diverse panchina. Si parte dal basso, dal Gubbio di Pecchia, tecnico che ha rimediato quattro sconfitte nelle prime quattro giornate di campionato. Ieri il direttore sportivo Stefano Giammarioli ha difeso il suo allenatore a tutto campo: “Pecchia domani allenerà la squadra, abbiamo parlato anche oggi. Lui è l’allenatore del Gubbio, guai a chi ce lo tocca. I problemi ci sono, è evidente, ma i ragazzi hanno fatto vedere comunque cose positive”. A rischia anche Benny Carbone alla guida di un Varese che ancora non ha segnato. Meno Silvio Baldini a Vicenza, anche perché la sconfitta contro il Torino è arrivata al termine della migliore prestazione in campionato dei biancorossi.

Torniamo in Serie A, passiamo alla Fiorentina dove si continua a trattare il rinnovo di Riccardo Montolivo. Nel frattempo, è emersa proprio nella giornata di ieri che un’altra squadra che in estate s’è fatta avanti per il montenegrino Jovetic è stato l’Arsenal. Probabile che i gunners ci riprovino a gennaio.

Emergono retroscena anche riguardanti l’arrivo in Italia del centrocampista classe ’91 Miralem Pjanic. A rivelarli lo stesso calciatore bosniaco: “Credevo di restare al Lione in questa stagione, ma i club hanno trovato un accordo ed io ho sposato quasi subito la causa giallorossa. Inizialmente non ero convinto, non avrei voluto lasciare Lione ma la volontà di Luis Enrique ha influito in maniera importante sulla mia decisione. Lione, ad ogni modo, resterà sempre nel mio cuore”.

L’ANZHI TRA CAPELLO E HIDDINK, SIMONE VA IN PANCHINA: GUIDERA’ IL MONACO. IL PSG PENSA AD ABIDAL E GOMES SI ALLONTANA DAL TOTTENHAM – In estate ha fatto capire, ancor più che in quella precedente, di non badare a spese. Il calcio, per il magnate Kerimov, è un hobby costoso, ma irrinunciabile. E così dopo aver ingaggiato Samuel Eto’o dall’Inter, i russi vogliono puntare su un allenatore di spessore. Secondo quanto trapela dai quotidiani ci sarebbe un ballottaggio tra Hiddink e Capello, accostato anche alla Roma.

In Francia invece Marco Simone diventa allenatore. L’ex centravanti del Milan guiderà il Monaco.

Il Paris Saint-Germain di Leonardo invece, per il proprio centrocampo, pensa al difensore del Barcellona Èric Abidal. Non è un’operazione facile e neppure la priorità del dirigente brasiliano che però resta vigile. Mentre il Bordeaux continua a monitorare Cristian Andres Ona dell’Indipendiente del Valle, che piace anche a Novara e Inter.

Sul fronte inglese invece il Tottenham rischia di perdere il portiere Gomes, diventato una riserva. Possibile che a gennaio le parti decidano di separarsi. Così come Douchez vuole lasciare il PSG perché chiuso da Salvatore Sirigu. Un altro portiere invece, Sam Johnstone, passa dal Manchester United allo Scunthorpe per un mese, con la possibilità di prolungare il proprio rapporto.

[Raimondo De Magistris – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]