Mihajlovic: ”Zanetti e Bolatti dal 1′, un’occasione per domenica…”

Alla vigilia della sfida di Coppa Italia che vedrà contrapposte domani sera al Franchi Fiorentina e Reggina il tecnico dei viola Sinisa Mihajlovic si è presentato in sala stampa per parlare dei temi caldi che precedono tale gara: ” La Coppa ci interessa molto perchè ci permette anche di poter andare in Europa, poi è importante per vedere la condizione di chi ha giocato meno. Nessuno, nè io nè i giocatori, deve sottovalutare la partita.

Questa può essere l’occasione per qualcuno di guadagnarsi il posto per domenica. Speriamo però che nessuno si faccia male. Gli infortuni? Dall’inizio del ritiro abbiamo avuto solo tre infortuni muscolari, gli altri sono traumatici o problemi che i giocatori si portavano dietro da tempo. Non penso ci siano stati errori di valutazione nella preparazione, anche se abbiamo cominciato a lavorare in maniera diversa puntando di più all’intensità e all’utilizzo della palla.

Io da giocatore avevo allenatori che ci facevano allenare molto col pallone e mi sono sempre trovato bene, non credo proprio sia il motivo dei problemi fisici, è una casualità che capitino a noi. Le parole di Delneri (“due punti persi”)? Ognuno la vede a modo suo, noi eravamo in vantaggio quindi io sostengo che i punti li abbiamo persi noi, anche se il risultato è giusto. I giovani? Sono contento di farli giocare, domani ci saranno uno o due primavera in campo, voglio tenerli vicini alla prima squadra. Però non devono pensare di strafare, così come Babacar. Il senegale è fortissimo, anche se è un po’ strano, non si arrabbia, è sempre flemmatico mentre io a quell’età avevo voglia di spaccare il mondo…poi mi sono arrabbiato perchè non era pronto ad entrare, così come Ljajic contro il Cesena.

Lo vogliamo tenere per crescerlo noi come riteniamo meglio, è più saggio puntare su di lui che andare a comprare uno più esperto. Mutu? Da domani rientra in gruppo, lo vogliamo per domenica. Può fare anche la prima punta, dipende però anche dal rendimento di Babacar, sicuramente la punta domenica sarà una di loro duo. Zanetti? Domani gioca dal primo minuto sperando di averlo per almeno un’ora. Bolatti? Sta bene, giocherà anche lui dall’inizio. Boruc? Avrebbe giocato comunque Avramov, è un ragazzo che si è sempre allenato bene, poi è mio concittadino e quando va a casa mi porta a Firenze il cibo di mia madre (risate). Per Boruc dipende dai prossimi giorni, se non è al 100% è meglio non rischiarlo.

E non dimentichiamo che abbiamo anche Seculin, che è un nazionale e Lezzerini, anche se ha solo 14 anni, ma è già due metri… Sono convinto che alla fine anche in campionato arriveremo in alto, vedo la squadra in crescita malgrado gli infortuni e non mi sembra che si sia sembrati inferiori alle big del campionato. Camporese il prima squadra? Ci sono tanti ragazzi della primavera pronti ad avvicinarsi alla prima squadra, ma bisogna farli crescere bene, io voglio tenerli vicini alla Serie A. Mi riferisco a Carraro, Acosty, Seferovic… Qualcuno di questi gioca di sicuro. Atzori? L’ho sempre ringraziato perchè il merito dei miei successi a Catania è anche suo. Le sue squadre giocano bene”.

[Francesco Cianfanelli – Fonte: www.violanews.com]