Minotti: “Per Giaccherini siamo andati contro alla nostra filosofia”

252

Con il Cesena sul tetto della serie A, Tuttomercatoweb ha intervistato in esclusiva il diesse bianconero Lorenzo Minotti. Ecco alcune parti dell’intervista. “Svegliarsi la mattina e vedere il Cesena primo in classifica è un dato che ci lascia contenti – ha spiegato – sappiamo che dietro c’è stato un lavoro durissimo, fatto di sacrifici e passione. Siamo contenti che questo lavoro sia sfociato in qualcosa che va al di sopra delle nostre aspettative”.

Pochi movimenti di mercato, per il Cesena. Poi, l’ultimo giorno, i colpi che nessuno si aspettava.
“Sapevamo che il nostro mercato doveva svolgersi così. All’inizio abbiamo preso alcuni giocatori che ci servivano per dare manforte alla squadra e abbiamo preso giocatori di qualità che potevamo prendere all’ultimo. Non è stato facile acquistare tutti questi giocatori l’ultima giornata, anche dal punto di vista psicologico, ma era tutto calcolato”.

Ha qualche rimpianto del calciomercato che si è concluso da poco?
“Avevamo anche altre idee che non si sono concretizzate, però il lavoro è sotto gli occhi di tutti, lo vedremo nel tempo”

La nota stonata forse è Diego Cavalieri che si aspettava di giocare titolare, fin da subito.
“Non esiste un caso Cavalieri. Abbiamo puntato il giocatore a giugno e avuto la pazienza di concludere questo affare, concludendolo in maniera eccezionale anche perché è arrivato a costo zero e con un ingaggio da Cesena. Abbiamo voluto garantire al Cesena due portieri di qualità, sapendo che Antonioli ha quarantuno anni non volevamo farci trovare, eventualmente, scoperti in caso di bisogno. Antonioli ha risposto alla grandissima, non c’è niente di strano: come ogni altro giocatore che arriva in una squadra importante ha l’ambizione di giocare, ma Cavalieri mi sembra un ragazzo serio e ha capito la situazione, anche perché noi non promettiamo a nessuno il posto da titolare. L’obiettivo di una società è quello di assicurare all’allenatore più qualità possibile, poi è il campo a decidere. Cavalieri dimostrerà il suo valore”.

Una delle piacevoli sorprese di questo Cesena si chiama Emanuele Giaccherini.
“Non a caso è stato il giocatore più corteggiato del Cesena, ma – contro la nostra filosofia – abbiamo rifiutato delle offerte importanti. Giaccherini ha ancora margini di miglioramento e abbiamo ragionato nella speranza che potesse darci una mano dal punto di vista tecnico e il prossimo anno, forse, anche dal punto di vista economico”.

[Redazion Tutto Mercato – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]