Montella: “Felicissimi di aver conquistato sul campo la semifinale, onore alla squadra di Beretta”

logo Tim CupMister Vincenzo Montella commenta così la vittoria sul Siena ai microfoni di Rai Sport: “Il tecnico viola Vincenzo Montella ai microfoni di Rai Sport 1: “Coppa Italia obiettivo primario? Lo sono tutte le partite per noi, siamo felicissimi  di aver conquistato sul campo la semifinale. Il Siena ci ha fatto faticare anche un po’ di più del previsto. Onore alla squadra di Beretta. Non so se è meglio affrontare Udinese e Milan, ma chi arriva in semifinale ha sicuramente qualche valore che eccelle. Rossi e Gomez? Siamo ansiosi di novità positive. Non c’è niente di nuovo. Pepito? aspettiamo la visita. Gomez? C’è uno spiraglio perchè si sta allenando da solo ma almeno sul campo. Matri? Vediamo domani. Non vogliamo rischiare. Ilicic? Grande partita e di grande intensità. Emergenza in attacco? Abbiamo anche Matos e Rebic, anche se il croato è un pezzettino indietro, ma comunque farà parlare di sè. Anche Iakovenko potrebbe giocare davanti.Campionato con Gomez e Rossi? Era la coppia dei sogni, ma il fato ci ha fatto un brutto scherzo. Sono curioso di vederli giocare insieme, se non questa stagione, la prossima.Anderson? Mi aspetto intensità, è un giocatore molto dinamico. Mi auguro che abbia voglia di recuperare il terrenno perduto nel suo percorso. Credo che ci darà anche la giusta mentalità vincente. Mi aspetto molto da lui.

Cuadrado? Dovrei sgridarlo di più..a volte non mi sente, a volte non mi capisce o fa finta di non farlo. Si prende tanti rischi, talvolta anche troppi e deve imparare a gestirsi di più. La rimonta dell’Udinese sul Milan? Non sono rimasto sorpreso, i friulani hanno molta qualità ed è allenata benissimo. La sfortuna degli attaccanti? Non ho mai avuto cornetti, se si dovesse essere infortunato Ilicic dovrei pensare a qualche contromisura. Mercato? Ieri l’ho detto e i miei direttori mi hanno risposto in molti si sono offerti. Numericamente ci potrebbe mancare qualcosa, a meno che non vogliamo far giocare qualche difensore della primavera. Abbiamo tanti giovani sui quali abbiamo investito molto. Vecino? E’ un giocatore molto dinamico, possible che vada a giocare perchè se lo merita. Vediamo cosa dice il mercato e cosa decidono società e lo stesso giocatore. La Coppa Italia negli ultimi anni ha più competitività del passato anche perchè tutti hanno capito l’importanza di alzare un trofeo. Pronostico? Non so chi andrà in finale. noi giocheremo la partita per esserci…”

Montella parla poi anche in sala stampa: “Ilicic? Non faccio altro che rispondere alle domande sugli infortunati… Al momento non so nulla. Oggi abbiamo conquistato una grande vittoria contro un avversario ostico che potrebbe ben figurare in Serie A. Queste partite non vanno per forza stra-vinte. La squadra ha commesso qualche errore tattico ma ha creato molto in fase offensiva. L’avversario ci ha messo delle difficoltà soprattutto nelle ripartenze. Ci aiuterà per domenica quando troveremo una squadra disposta tatticamente in maniera similare. Avrei sottoscritto questa vittoria pur di passare il turno. Ogni partita è importante, non solo quelle di Coppa. I cori a Pepito? Non li ho sentiti ma se ci fossero stati non li vorrei commentare. Un centrocampista in difesa? Non abbiamo giocatori con queste caratteristiche. Ambrosini gioca meglio a centrocampo. Udinese in semifinale? Non sono sorpreso, loro sono abituati a giocare a certi livelli. Dispongono di giocatori giovani ma già molto evoluti. Sarà una qualificazione da guadagnarci sul campo. Non ho una buonissima tradizione a Udine da allenatore”.

[Alessio Crociani – Fonte: www.violanews.com]