Moratti: “Terrei Maicon, non cederò facilmente. Prenderei Robben-Ozil”

Intervenuto qualche minuto fa a Sky Sport Mondiale, il presidente Massimo Moratti ha parlato proprio di Mondiale e di giocatori che lo hanno stregato: “Mi sono piaciuti moltissimo Ozil e Robben, davvero tanto, sarebbero quelli che prenderei. Devo dire che il tedesco è davvero straordinario. Chi vedo favorito per la finale? La Germania, che ha una grande compattezza e lo sta dimostrando, e l’Olanda per il nostro Wesley Sneijder. Se vincesse il Pallone d’oro, Wesley, sarebbe molto bello, però anche Milito meriterebbe tale soddisfazione. Sono molto dispiaciuto per l’eliminazione dell’Argentina, anche per Maradona che aveva creato un’intesa bellissima nel gruppo, ma anche per il Brasile”.

A proposito di Brasile, si parla di Maicon: “Mi dispiacerebbe moltissimo se andasse via, è fortissimo, dà sicurezza alla squadra, non credo sia il caso di venderlo ma vedremo cosa proporrà il mercato, comunque posso dire che non lo venderò facilmente”. Poi, parla in generale: “Per me sono tutti incedibili, ma visto che proprio tutti non posso tenerli vedremo. Comunque, al momento non ci sono offerte per nessuno. Terrei la stessa squadra molto volentieri”.

Qualche parola anche per Roy Hodgson, forse in chiave Mascherano: “Sono molto contento per lui che è andato al Liverpool, volevo ricordarlo perchè è una persona fantastica. Lui per l’Inter? Meglio di no, è un rischio venire all’Inter adesso. Benitez è stato davvero coraggioso…”. In conclusione, qualche parola anche sulla Nazionale italiana che ha fallito, per cui le colpe sono state date all’Inter: “Sono fiero di una squadra tutta straniera. Tanto – dichiara – l’Inter veniva fuori colpevole comunque perchè in caso di successo avrebbero detto che la Nazionale fa bene nonostante un’Inter tutta straniera, ora ci considerano comunque colpevoli. Allora io dico che siamo fieri di essere sempre al centro della polemica. Le colpe all’Inter per il fallimento azzurro? E’ una falsità. I nostri giocatori, come Balotelli, avrebbero potuto dare il loro contributo a quella Nazionale, e avrebbero fatto meglio degli altri”. Un chiaro messaggio anche al neo C.t. Prandelli…

[Fabrizio Romano – Intervenuto qualche minuto fa a Sky Sport Mondiale, il presidente Massimo Moratti ha parlato proprio di Mondiale e di giocatori che lo hanno stregato: “Mi sono piaciuti moltissimo Ozil e Robben, davvero tanto, sarebbero quelli che prenderei. Devo dire che il tedesco è davvero straordinario. Chi vedo favorito per la finale? La Germania, che ha una grande compattezza e lo sta dimostrando, e l’Olanda per il nostro Wesley Sneijder. Se vincesse il Pallone d’oro, Wesley, sarebbe molto bello, però anche Milito meriterebbe tale soddisfazione. Sono molto dispiaciuto per l’eliminazione dell’Argentina, anche per Maradona che aveva creato un’intesa bellissima nel gruppo, ma anche per il Brasile”. A proposito di Brasile, si parla di Maicon: “Mi dispiacerebbe moltissimo se andasse via, è fortissimo, dà sicurezza alla squadra, non credo sia il caso di venderlo ma vedremo cosa proporrà il mercato, comunque posso dire che non lo venderò facilmente”. Poi, parla in generale: “Per me sono tutti incedibili, ma visto che proprio tutti non posso tenerli vedremo. Comunque, al momento non ci sono offerte per nessuno. Terrei la stessa squadra molto volentieri”.

Qualche parola anche per Roy Hodgson, forse in chiave Mascherano: “Sono molto contento per lui che è andato al Liverpool, volevo ricordarlo perchè è una persona fantastica. Lui per l’Inter? Meglio di no, è un rischio venire all’Inter adesso. Benitez è stato davvero coraggioso…”. In conclusione, qualche parola anche sulla Nazionale italiana che ha fallito, per cui le colpe sono state date all’Inter: “Sono fiero di una squadra tutta straniera. Tanto – dichiara – l’Inter veniva fuori colpevole comunque perchè in caso di successo avrebbero detto che la Nazionale fa bene nonostante un’Inter tutta straniera, ora ci considerano comunque colpevoli. Allora io dico che siamo fieri di essere sempre al centro della polemica. Le colpe all’Inter per il fallimento azzurro? E’ una falsità. I nostri giocatori, come Balotelli, avrebbero potuto dare il loro contributo a quella Nazionale, e avrebbero fatto meglio degli altri”. Un chiaro messaggio anche al neo C.t. Prandelli…

[Fabrizio Romano – Fonte: www.fcinternews.it]