Napoli, il mercato che verrà per riportare entusiasmo tra i tifosi

Al Napoli che da due giorni si allena a Folgaria, con le migliori intenzioni e con un morale altissimo, sembra mancare una componente fondamentale, quella stessa che fino ad ora, nelle estati precedenti da sei anni a questa parte, non era mai venuta meno: l’entusiasmo dei tifosi; che, per il momento, rimane il grande assente di questa torrida estate. La qualificazione in Europa League, dopo una rincorsa esaltante che per un attimo ha fatto ipotizzare anche scenari più ampi e gloriosi, è stato motivo di vanto per i sostenitori azzurri, che mai hanno fatto mancare il loro apporto alla squadra. Gli stessi che avrebbero voluto vedere il Napoli più attivo sul mercato e che invece devono accontentarsi, per il momento, solo di ipotesi, teorie, supposizioni.

LA PROMESSA – “Pazzini? Dipende solo da lui. A noi piace, nel caso non dovesse arrivare prenderemo un altro attaccante con le stesse potenzialità o ancora più forte”. Con questa dichiarazione del 10 maggio scorso, De Laurentiis uscì allo scoperto, facendo intendere quale sarebbe stato il target dell’attaccante che il Napoli avrebbe cercato per colmare quella lacuna che nel campionato passato è stata a volte lampante. E che, se riproposta anche in una stagione dura e impegnativa come quella che inizierà tra poco più di un mese, potrebbe rivelarsi addirittura deleteria.

RITROVARE L’IMPETO – I nomi che sono stati accostati sino ad ora alla maglia azzurra, però, sembrano contraddire le parole presidenziali. E allora, può essere presa per buona l’idea che sotto le ceneri di questo mercato bruciacchiato stia covando qualche trattativa importante, che magari richieda più tempo per essere conclusa. Insieme, ovviamente, alla cessione di quegli elementi che la società ritiene in esubero. Così non fosse, i dubbi, le perplessità, le paure che i tifosi iniziano a provare, potrebbero trovare terreno fertile per attecchire. E in una stagione che si annuncia tanto dispendiosa, l’apporto del pubblico dovrà invece essere fondamentale: un fattore che il Napoli non deve perdere, nella maniera più assoluta. Al pari di uno dei suoi campioni che fino ad ora ha trattenuto. E di quelli, che, c’è da augurarselo, comprerà.

[Vincenzo Balzano – Fonte: www.tuttonapoli.net]