Napoli, Mario Rui: “Servono sacrifici per poter ricominciare”

154

napoli bandiera

Le parole del terzini portoghese del Napoli nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

NAPOLI – Mario Rui, terzino del Napoli, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Queste le sue parole a cominciare dalla situazione attuale: “Mi manca il calcio, ma bisogna fare dei sacrifici per ricominciare il prima possibile. In questo periodo ci alleniamo ogni giorno con tutto ciò che abbiamo a disposizione. Usiamo il balcone, il garage e seguiamo il programma che ci manda lo staff. Cerchiamo di allenarci al massimo per essere pronti ad una eventuale ripartenza. Io cerco di fare molto lavoro aerobico e di forza”.

Sul rapporto con Gattuso ha dichiarato: “E’ stato molto bravo nel rapporto creato con la squadra, senza nulla togliere ad Ancelotti, con cui comunque il feeling era positivo. Con Gattuso mi sento spesso, vuole sapere da tutti noi se ci stiamo allenando, se stiamo mangiando bene. E’ uno che chiama spesso, anche per sentire come stanno le famiglie”. E quello con i compagni: “Ci sentiamo spesso, a volte facciamo anche videochiamate. E’ un bel momento della giornata quando sento i compagni e li vedo, almeno tramite il telefono. L’ultima videochiamata due giorni fa, io, Hysaj e Insigne”.

Sugli obiettivi, nel caso in cui la stagione riprendesse: “Siamo ancora in corsa su tre fronti. In campionato l’obiettivo è finire più in alto possibile. Un altro traguardo importante sarebbe la finale di Coppa Italia e, chissà, vincerla. Poi abbiamo la Champions League. Col Barcellona all’andata abbiamo fatto bene. Sappiamo che sarà una partita molto difficile, dobbiamo affrontare una delle squadre più forti al mondo, ma sappiamo che nel calcio nulla è scontato e tutto è possibile. Qualche sorpresa potrebbe esserci”.

Articoli correlati