Napoli-Milan gara da tripla, Conte rispolvera l’usato sicuro. Lazio distratta, Udinese concreta

La partita di stasera al San Paolo chiuderà una settimana perfetta per il Napoli, reduce da una vittoria a Cesena e un pareggio a Manchester contro il City in Champions League. Il Napoli affronterà un Milan incerottato e sfrutterà l’entusiasmo dello stadio di Fuorigrotta per mettere i rossoneri in difficoltà. La squadra di Mazzarri dopo due gare in trasferta si godrà finalmente la partita tra gli 80mila napoletani. Il Napoli vuole vendicarsi delle due sconfitte della passata stagione e una vittoria azzurra manderebbe la squadra di Allegri a -5 in classifica. Il Milan viene da un pareggio in Spagna che fa morale. Il 2-2 contro il Barcellona può far scattare la molla ai rossoneri, che non hanno iniziato proprio alla grande questa stagione (due pari consecutivi). Il diavolo arriverà a Napoli per ribadire di essere i campioni d’Italia in carica.

La Juve parte per Siena con un Conte versione pompiere perché non vuole lasciarsi andare a facili entusiasmi. L’ambiente lo vuol bene ma la Juve deve imparare a fare risultato anche con le piccole. L’anno scorso ne ha perso tantissime e Conte non vuole ripetere lo stesso errore. L’allenatore della Juve ha rispolverato i campioni del mondo del 2006, parliamo di Pirlo, Buffon, Grosso e Del Piero, decidendo di puntare sull’usato sicuro. Mentre in attacco avrà l’imbarazzo della scelta, troverà un Siena che vorrà fare lo sgambetto. Immancabile la presenza di capitan Del Piero contro una delle sue vittime preferite.

La Lazio ha fatto un passo falso contro il Vaslui in Europa League, dettato dalla deconcentrazione di una squadra che pensava di aver vinto subito la partita. Doveva esserci la stessa concentrazione messa in campo contro il Milan. I biancocelesti hanno un attacco micidiale con Cissè e Klose, due giocatori che possono garantire gol e rendimento costante. C’è stato purtroppo un calo di concentrazione fatale. La Lazio però è ben costruita ci vorrebbe solo maggior attenzione.

Un applauso per l’Udinese che nella settimana europea non ha convinto sotto il piano del gioco ma è stata l’unica italiana a vincere. Un successo che fa morale sia per il campionato che per l’Europa.

Mangia all’ora di pranzo oggi avrà l’opportunità di confermare tutto quello che si è detto su di lui in questa settimana, dopo la vittoria schiacciante contro i nerazzurri di Gasperini. Con l’Atalanta sarà una partita avvincente.

In serie B ogni anno è sempre più incerto. Il Padova che pareggia nel derby con il Verona, la Samp che viene bloccata in casa dal Grosseto, il Torino ha una grossa occasione di prendere già il largo, forse è l’anno giusto per programmare il salto di categoria. La nota negativa è il lungo infortunio capitato a Guberti, gli facciamo un grosso in bocca al lupo.

[Malu’ Mpasinkatu – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]