Napoli-Palermo 3-0: dimostrazione di forza, Juve più vicina

logo-napoliL’urlo del Napoli, il boato del San Paolo. Si può riassumere così la gara vittoriosa degli azzurri sul Palermo, che rosicchiano due punti alla Juventus, fermata dal gol di Sansone che fa esplodere il San Paolo. Dimostrazione di forza assoluta degli azzurri, trascinati da un Inler in giornata di grazia. Formazione annunciata per il Napoli, che nel Palermo ritrova nell’undici iniziale Aronica e Dossena. Ed è proprio l’ex esterno al 7’ ad andare vicinissimo al classico gol dell’ex: bravo De Sanctis sul suo sinistro ravvicinato. Dopo lo spavento gli azzurri iniziano a macinare gioco, senza riuscire a trovare la giusta stoccata. Ad andare vicino al gol sono ancora una volta gli ospiti, con un destro teso di Morganella al 26’. Fiori di un soffio. La regola del gol mancato colpisce i rosanero: al 30’ Hamsik vince un rimpallo sulla sinistra e mette al centro un gran pallone. Per Maggio è un gioco da ragazzi siglare il vantaggio. Ma non è tutto, perché dopo appena 4’ minuti Inler fa esplodere il san Paolo: dribbling e sinistro all’incrocio dai 20 metri. Palermo tramortito dall’uno-due micidiale.

Il primo tempo si chiude senza ulteriori sussulti. Al ritorno in campo nel Palermo c’è Miccoli, lanciato nella mischia per risollevare una gara in salita. Ripresa che non registra tante occasioni, con un ritmo basso ed il Palermo incapace di proporre una reazione credibile. Al 67’ Mazzarri fa il suo primo cambio: dentro Insigne per Pandev. Lorenzo in pochi minuti chiude la gara. Gran giocata di Inler sulla destra per Insigne che dal centro dell’area scarica il destro sotto la traversa. La gara, già da un pezzo, non ha più nulla da dire ai fini del risultati. Cavani cerca il gol con la solita foga, nel finale Mazzarri regala l’esordio in serie A a Roberto Insigne. Nel finale Cavani divora il pallone per firmare il poker e toccare quota 100 in A. Appuntamento rimandato per il Matadort. Finisce così. Senza alcuna discussione. Azzurri dominanti e che toccano quota 40 (sul campo sono 42) punti: la Juventus è ora a -5.

[Arturo Minervini – Fonte: www.tuttonapoli.net]