Nastasic e l’esordio: ”Fantastico, non me l’aspettavo”. C’è tempo per il rinnovo di Jovetic

Dopo l’ottimo esordio nel finale di Fiorentina-Bologna, il 18enne Matija Nastasic è stato intervistato dal sito novosti.rs. Queste le sue battute più interessanti: “E’ stato fantastico. Non ho avuto nessuna paura, e neanche un briciolo di emozione, forse perché tutto è successo velocemente. Non mi aspettavo di entrare quando il mister mi ha chiamato perchè si era fatto male Gamberini. Sono orgoglioso di aver già esordito in serie A, anche se è solo il primo passo. I compani mi hanno fatto i complimenti e dato pacche sulla spalla. Lavoro spesso a parte con Mihajlovic o i suoi collaboratori per correggere i miei difetti”.

Nastasic parla anche del suo connazionale Jovetic, definito leader: “E’ il miglior calciatore della Fiorentina, seguito da Gilardino e Montolivo, e mi ha aiutato molto ad ambientarmi a Firenze insieme a Ljajic e Gulan. Tutto qui è grande e la città è molto bella. La Fiorentina è un club importante che permette ad un giovane di crescere e maturare. Il nuovo centro sportivo? E’ più piccolo di quello del Partizan, ma c’è tutto il necessario e la posizione è eccellente perchè è vicino alo stadio”.

RINNOVO DI JOVETIC – L’agente di Stevan Jovetic commenta l’esordio in campionato del talento della Fiorentina e la prospettiva di un rinnovo del contratto (in scadenza nel 2013) parlando con Radio Blu: “Il ragazzo si sente bene ed è la cosa più importante, presto arriverà anche il gol. Il ruolo? Quello decide l’allenatore, lui può giocare in tutti i ruoli dell’attacco – dice Fali Ramadani -. Il rinnovo? Ci sarà da mettersi a sedere e parlarne, c’è ancora tempo, vedremo”.
Su Nastasic: “Ha fatto un buon esordio, Mihajlovic sta lavorando per lui”.

A calciomercato.it lo stesso Ramadani ha aggiunto: “Ha ancora due anni di contratto e non ho ancora nessun appuntamento con la società. Stevan ha sempre detto di voler rimanere, quindi la volontà c’è. Ma adesso la cosa importante è fare bene sul campo, per il resto c’è ancora tanto tempo”.

[Simone Bargellini – Fonte: www.violanews.com]