Le nuove regole IFAB per la stagione 2020/2021

118

Le nuove regole IFAB per la stagione 2020/2021

Il Mundo Deportivo ha svelato in anteprima le nuove norme che entreranno in vigore a partire dalla prossima stagione.

ROMA – Il mondo del calcio sta attraversando un periodo d’incertezza senza precedenti. Caos totale, per quanto concerne la ripresa della stagione 2019/2020, ma la volontà comune è quella di concludere giocando anche ad agosto. Il tutto si ripercuoterà, inevitabilmente, sulla prossima stagione che, a sua volta, si preannuncia ricca di novità: Mundo Deportivo, infatti, ha svelato in anteprima il resoconto della circolare dell’Assemblea Generale Annuale IFAB (che si è tenuta il 29 febbraio in Irlanda del Nord) che contiene modifiche ai regolamenti che entreranno in vigore a partire dalla stagione 2020/2021. Ve le proponiamo di seguito:

Falli di mano

– Nel caso in cui l’attaccante tocchi accidentalmente la palla con la mano, sarà penalizzato solo se il gioco termina immediatamente in porta o in un’occasione ovvia a favore dell’attaccante o della sua squadra.
– Al fine di determinare chiaramente il fallo di mano, il limite del braccio è stabilito nel punto inferiore dell’ascella.

Calci di rigore

 – Se il portiere viola le Regole del Gioco, ma la palla non entra in porta o rimbalza sui pali o sulla traversa, il tiro non verrà ripetuto come è stato fatto fino ad ora, a meno che l’infrazione del portiere non abbia chiaramente influenzato il tiratore.
– Se il portiere viene sanzionato e il tiro viene ripetuto, il portiere stesso verrà avvertito per una prima infrazione (durante il gioco o ai rigori) e verrà sanzionato (cartellino giallo) in caso di altra infrazione.
– I cartellini gialli mostrati durante la partita (inclusi i supplementari) non saranno presi in considerazione nella sequenza degli eventuali calci di rigore. Se vengono mostrati due cartellini gialli allo stesso giocatore, una durante la partita e l’altra nella sequenza dei rigori, appariranno nel registro dell’arbitro come due cartellini e non come espulsione.
– Nel caso in cui il portiere e il tiratore violino contemporaneamente le Regole del Gioco, il tiratore sarà penalizzato.

La Serie A potrebbe riprendere senza l'aiuto del VAR

Arbitri e VAR

– Sarà richiesto un singolo segnale televisivo per eseguire una revisione basata esclusivamente sul VAR.
– Ogni volta che l’incidente da rivedere è soggetto a considerazioni soggettive, l’arbitro deve esaminarlo sul monitor in campo, ovvero analizzare le ripetizioni nell’area di revisione.
– È stato concordato che le competizioni organizzate dalla FIFA devono aderire al protocollo VAR per la sua applicazione uniforme dalla prossima stagione.
– Il Consiglio internazionale ha valutato che in questo momento non è consentito fornire accesso alla procedura decisionale, ad esempio per consentire alle conversazioni tra gli arbitri di essere ascoltate durante la revisione di una revisione.
– In ogni caso, i metodi di comunicazione esistenti dovrebbero essere migliorati al fine di comprendere meglio la procedura di revisione e le decisioni finali degli arbitri.

Altre norme

– I pali e la traversa possono avere profili risultanti dalla combinazione di quattro forme di base.
– L’infrazione di mano volontaria di un difensore sarà considerata un’azione volontaria nel determinare il fuorigioco.
– Nel caso in cui il portiere giochi la palla in modo irregolare una seconda volta dopo aver ripreso il gioco, cioè prima che un altro giocatore la tocchi, verrà applicata la sanzione disciplinare corrispondente, anche se ha toccato la palla la seconda volta con il braccio o la mano.
– Se l’arbitro consente l’esecuzione di un calcio di punizione rapido o concede un vantaggio dopo la commissione di un’infrazione che interferisce con un attacco pericoloso o finisce per evitarlo, non verrà mostrato alcun cartellino giallo.
– Un giocatore che non rispetta la distanza obbligatoria verrà avvisato con un cartellino giallo quando l’arbitro segnala la palla a terra per un avversario.
– Se in un calcio di punizione o rimessa dal fondo, il portiere alza la palla verso un compagno di squadra, e questo gli viene restituito con la testa o il petto affinché il portiere stesso lo raccolga, il calcio verrà ripetuto, ma l’azione non avrà una sanzione disciplinare , a meno che l’infrazione non si sia verificata più volte.

Fonte foto: Twitter Juventus

Articoli correlati