Palermo, Miccoli: “Pastore può diventare un campione. Cska Mosca meglio in trasferta”

Impegnato in conferenza stampa, in attesa di poter tornare a calcare a pieno titolo i campi da gioco, Fabrizio Miccoli (31) guarda al suo futuro prossimo, quando avrà recuperato del tutto dall’infortunio, ma si coccola anche il “suo” Palermo ed il compagno di squadra Javier Pastore (21): “”Ho fatto una riunione con lo staff medico e lo staff tecnico in cui abbiamo deciso che continuerò a svolgere un lavoro differenziato specifico, il ginocchio sta bene ma a distanza di cinque mesi preferisco tornare ad allenarmi con la squadra quando sarò al meglio. Penso solo a rientrare presto e più forte di prima, non devo dimostrare più niente a nessuno e se capitasse di dover mettermi da parte lo farò senza alcun problema. Voglio ringraziare il mio fisioterapista, il mio preparatore atletico e lo staff medico del Palermo per l’ottimo lavoro che hanno svolto. Stiamo disputando un ottimo inizio di stagione, la nostra è una squadra compatta che può arrivare in alto e togliersi molte soddisfazioni. Javier Pastore ha talento, può diventare un campione assoluto”.

SUL CSKA MOSCA – Il capitano del Palermo, Fabrizio Miccoli, ieri, in conferenza stampa, ha parlato del suo stato di forma, di come il Mister, lo utilizzerà al suo rientro e non è mancata una “battutaccia”: dove mi vedo nel nuovo modulo? In panchina, o in tribuna…”, e poi non sono mancate alcune dichiarazioni alla viglilia di Palermo-Cska Mosca, quella che da tutti, addetti e non, è stata definita la partita più difficile del girone F. “Il Cska Mosca è una squadra molto forte e gioca un buon calcio, addirittura vanno meglio in trasferta che in casa. Hanno degli ottimi giocatori e sarà una partita difficile, però noi speriamo di fare una bella partita e di vincere perchè sarebbe un ottimo viatico per poi proseguire il nostro cammino in Europa League”.

[Ivan Cardia – Fonte: www.tuttomercatoweb.com e Maria Concetta Casales Fonte: www.tuttopalermo.net]