Parma, Ghirardi: “Ho visto una buona squadra a Napoli”

A margine della conferenza stampa di presentazione dell’accordo di sponsorizzazione e collaborazione con Colser, il presidente Tommaso Ghirardi ha parlato anche dell’avvio di campionato del Parma. La prima domanda è stata sulle condizioni di Biabiany: “A Biabiany si è gonfiato il ginocchio dopo la partita contro il Chievo. Ha fatto gli accertamenti medici del caso e al momento si sta valutando l’evolversi della situazione. Non conosco in dettaglio se basterà qualche settimana di stop o se sarà necessario un intervento. Al momento comunque il ginocchio si è sgonfiato, quindi vedremo”.

Inevitabile ritornare sulla gara di Napoli e su qualche episodio dubbio a favore del Parma ma non preso in considerazione dai media: “Non polemizziamo con le tv. Guardo al campo e dico che il Parma ha fatto bene in trasferta sia contro la Juventus che contro il Napoli, due delle candidate allo scudetto. Certo, dispiace che nessuno abbia fatto rivedere l’azione di Rosi. I mezzi televisivi possono gestire come vogliono le immagini, e quindi anche le tv tendono a privilegiare i clienti migliori. Lo faccio anche io nelle mie aziende, sono un uomo di business. Credo però che sarebbe meglio per giustizia e per rispetto dei tifosi fare vedere tutto a tutti e poi lasciare a ognuno il giudizio”.

Il giudizio di Ghirardi sulla gara di domenica è positivo: “Gli allenatori che ho avuto hanno sempre affrontato le grandi in modo diverso. Io credo che una squadra, se vuole davvero crescere, deve avere un proprio gioco anche in casa di avversarie più forti. Per questo la partita di domenica mi è piaciuta, ho visto un buon Parma. Anche se alla fine contano i risultati, e penso ad esempio che Abramovich sia stato comunque contento di aver vinto la Champions in quel modo. Ripeto, domenica ho visto un Parma che a lungo ha saputo mettere in difficoltà il Napoli, che ha vinto che le ripartenze micidiali di tre fuoriclasse. Io che ho visto la gara dal vivo sono contento, certo chi ha visto sole le immagini in tv credo abbia visto una partita diversa”.

Sabato contro la Fiorentina inizia una settimana di fuoco: “Il calendario ci ha dato sei gare dure all’inizio. Sabato ci attende la Fiorentina, che è forse la rivelazione del campionato, poi mercoledì andiamo a casa del Genoa e sabato 29 aspettiamo il Milan, che molti danno in crisi ma non dimentichiamo che è sempre il Milan. Sono tre partite difficili, ma sono convinto che faremo dei punti”.

Un passaggio fondamentale nel processo di crescita del club sarà il trasferimento degli uffici a Collecchio: “Tutto il Parma sarà a Collecchio. Questo aumenterà le possibilità di sinergia e di dialogo tra tutte le aree, in un centro sportivo eccezionale. Ci sarà l’ottimizzazione di tutte le strutture che qui per esempio in una struttura come lo stadio si fa fatica a fare. Mi riferisco ad esempio alle attività informatiche. Poi controllo sui giocatori e maggiori strutture a loro disposizione: dall’alimentazione alle strutture ricettive, con maggiore controllo anche sui giovani”.

[Sito Ufficiale Fc Parma – Fonte: www.fcparma.com]