Patto tra i grandi per la Fiorentina

316 0

Il cambio tecnico, da Sinisa Mihajlovic a Delio Rossi, da solo non può bastare: è questa la convizione del Corriere dello Sport-Stadio (e della maggioranza dei tifosi viola) che parla di un patto tra i big. Perché Montolivo, Vargas, Felipe, Marchionni, Gilardino, Kharja e Silva devono essere protagonisti, per l’esperienza che hanno in generale da calciatori e per le grandi qualità, per ora inespresse. Esamiamo caso per caso.

MONTOLIVO – Deve tornare ad essere il vero Montolivo, altrimenti è meglio che se ne vada, in modo che la società possa avere una contropartita tecnica o denaro da poter investire in altri calciatori.

VARGAS – In Perù è una star, a Firenze sta conoscendo un periodo negativo. Vuole andarsene, ma in queste condizioni chi lo prenderà alla cifra richiesta dalla Fiorentina?

FELIPE – Era uno dei difensori più forti del calcio italiano, con Mihajlovic è rimasto ai margini della squadra. Adesso con Rossi le cose possono cmabiare.

MARCHIONNI – Lasciato troppo fuorti nell’ultimo periodo, con Prandelli ha fatto la differenza, può tornare utile.

GILARDINO – Ha la giustificazione dell’infortunio subito a Udine, ma l’ultimo anno e mezzo del Gila non è paragonabile a ciò che il bomber ha fatto in carriera. Per tirare fuori la Fiorentina dalla mediocrità c’è bisogno soprattutto di lui e dei suoi gol. Con l’obiettivo di riconquistare anche la Nazionale.

SILVA – Bomber in Argentina, oggetto misterioso in Italia. Non può rischiare il sorpasso da Babacar, quindi dovrà far vedere le proprie qualità.

[Niccolò Gramigni – Fonte: www.violanews.com]