Pescara: nuova “mission impossibile”, mercato non solo D’Agostino

Sembrava una partita senza storia prima ancora del fischio dell’arbitro, una di quelle in cui bisogna soltanto chiudere gli occhi e sperare che finisca presto, buttando il cuore oltre l’ostacolo. Ed invece il Pescara si è riscoperto grande contro i giganti di Firenze. Una gara sofferta certo, sotto certi punti di vista anche immeritata, ma si è vista di nuovo una squadra con il cuore, come contro il Catania. Perin le para tutte, quasi leggesse nella mente dei giocatori viola, individuando così dove è indirizzata la palla. Celik e Weiss sono due Ferrari pronte a schizzare in avanti con il pallone al minimo accenno di contropiede. Ed infine lui, Jonathas, l’uomo più discusso dell’organico, quello che avrebbe dovuto essere rispedito in serie B portandosi dietro soltanto un’autorete come curriculum vitae della serie A.

Fuori forma, scoordinato, insomma la scelta di mercato peggiore del mercato estivo, contando ciò che sta facendo lo svenduto Sansovini allo Spezia per 250.000 euro. Tutto ciò fino a domenica: il brasiliano appare dimagrito e scattante, corre come una furia su tutti i palloni, ha la fame di riscatto di un guerriero ferito nell’orgoglio. Segna e zittisce tutte le critiche, condanna la Fiorentina alla prima sconfitta casalinga ed il suo volto diventa la maschera della felicità, tornando ad essere il tipico giocherellone sudamericano. Continua così Jonathas.

Ora bisogna andare incontro ad un’ altra “mission impossible”: L’Inter. I nerazzurri sono in cerca di riscatto dopo il 3-0 subito ad Udine, ma Stramaccioni avrà una difesa quasi tutta da reinventare causa infortuni e squalifiche, probabile lo schieramento di Cambiasso come centrale difensivo. Il Pescara d’altro canto difficilmente potrà servirsi del nuovo acquisto Bianchi Arce per il ritardo nell’arrivo del transfert, ma spera di avere D’Agostino già a disposizione. In più sono a rischio Weiss e Terlizzi per una lombalgia.

Sul fronte mercato fervono i movimenti per centrocampo e attacco. D’Agostino sembra cosa fatta, anche se tarda ad arrivare l’ok del Siena. Il giocatore dovrebbe firmare un contratto di anni e mezzo. Per quanto riguarda l’attacco il più quotato è Budan essendoci stato già un incontro per avere il bomber croato che arriverebbe in prestito secco per sei mesi dal Palermo. L’ostacolo maggiore potrebbe essere la voglia del calciatore di guadagnarsi una maglia da titolare neri rosanero, vista anche la sua recente rete contro il Parma, subentrato dalla panchina ha segnato dopo una trentina di secondi.

[Marco Ricci – Fonte: www.lavocedeipescaresi.net]