Petkovic: “Dobbiamo migliorare nell’approccio mentale”

ATENE – Il finale porta con sé la beffa. Termina 1-1 l’intenso match tra Panathinaikos e Lazio. Nel primo tempo, la squadra di Petkovic si è dimostrata pimpante, aggressiva, vogliosa di portare a casa il bottino pieno. La ripresa è stata invece all’insegna della sofferenza, con la formazione greca che ha preso via via il pallino del gioco. I biancocelesti si sono dimostrati disordinati nel possesso palla, schiacciati dal pressing crescente degli ateniesi. Il forcing greco è stato poi premiato negli ultimi minuti dell’incontro, con il pareggio raggiunto quando ormai si stava entrando nei minuti di recupero. La squadra capitolina mantiene il primato nel Girone J (grazie al pareggio tra Maribor e Tottenham), ma perde l’occasione di staccare la concorrenza. Serata dolceamara, quindi, per Vladimir Petkovic, che tra pochi minuti interverrà in conferenza stampa dallo Stadio Olimpico “Spyros Louis”. Segui la nostra diretta scritta.

Una Lazio che ha fatto la partita solo per 25 minuti?

La Lazio non ha giocato solo 25 minuti. Abbiamo avuto il possesso sempre noi, ma non abbiamo avuto la fame per vincere la partita. L’avversario ha fatto qualcosa solo negli ultimi quindici minuti.

L’atteggiamento del secondo tempo è di una squadra troppo leziosa, le fa rabbia questo?

Non dimentichiamo che abbiamo giocato contro il Panathinaikos. Non sono contento di aver preso un solo punto, ma abbiamo dimostrato di poter competere con queste squadre con il minimo sforzo. Ci è mancato il killer instinct per chiudere la partita.

Non è la prima partita che la Lazio gioca peggio nel secondo tempo. Da cosa dipende questo?

Per me dipende più dall’approccio mentale, stava a noi creare di più negli ultimi minuti. Dobbiamo migliorare su questo, dobbiamo essere pronti a fare la differenza con tutti quelli che vanno in campo.

Quando non gira Hernanes, la squadra ne risente in fase offensiva?

Nel primo tempo in diverse occasioni siamo riusciti a creare buone occasioni, sulla fascia destra abbiamo creato superiorità numerica. Con la marcatura a uomo si può soffrire, ma siamo stati troppo “bravi” per vincere la partita.

Come mai Klose è andato in tribuna e non in panchina?

E’ stata quasi la stessa di Radu. Klose deve riposare, ha avuto qualche problemino, spero di recuperarlo per domenica. Sul suo stato di salute ci penserà a dare informazioni lo staff medico. Per domenica comunque diciamo che è in dubbio.

Cosa si è fatto Mauri?

Una contrattura al polpaccio. Vediamo se potrà recuperare per domenica, in modo veloce.

Sulla fascia sinistra le maggiori sofferenze. Le è piaciuto come ha giocato Zarate?

No, deve dare di più come tutti. Chi è sceso in campo questa sera deve darmi garanzie per poter ottenere occasioni di scendere in campo. Io cerco di coinvolgere il maggior numero di giocatori nel progetto, aspetto che tutti dimostrino di poter conquistare una posizione.

Questa sera è arrabbiato?

Lo sono sempre quando non si vince, quando le partite vanno come stasera non sono mai contento. Abbiamo messo in difficoltà l’avversario, dovevamo essere più produttivi nel secondo tempo.

[Stefano Fiori – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]