Serie A, 6° giornata: quali saranno le formazioni titolari

361

Serie A 2018/2019

Le probabili formazioni della sesta giornata del campionato di Serie A che prenderà il via domani con l’anticipo tra Inter e Fiorentina

MILANO – Sarà Inter – Fiorentina domani sera, 25 settembre alle ore 21 ad aprire la 6° giornata di campionato. Turno infrasettimanale diverse sfide interssanti a partire dall’anticipo passando per gli incontri casalinghi di Juventus e Napoli rispettivamente contro Bologna e Parma, due squadre in netta ripresa. Questo in attesa del big match previsto per sabato 29 settembre alle ore 18. Sfida tra provinciali in gran forma quella tra SPAL e Sassuolo mentre test importante per l’Udinese che riceve la Lazio forte del successo esterno contro il ChievoVerona che a sua volta è a caccia disperata di punti in trasferta contro il Genoa. Andiamo a vedere, partita per partita le probabili formazioni previste ricordando che nel link qui di seguito potete trovare gli ultimi aggiornamenti con squalificati, indisponibili e panchine.

Inter-Fiorentina

Spalletti dovrebbe cambiare qualcosa rispetto alla sfida contro la Sampdoria: 4-2-3-1 con Handanovic in porta, pacchetto arretrato composto da D’Ambrosio e Asamoah sulle fasce mentre nel mezzo Skriniar e De Vrij. A centrocampo Brozovic e Gagliardini in cabina di regia mentre davanti Candreva, Nainggolan e Perisic a supporto di Icardi. Pioli potrebbe confermare in blocco la formazione scesa in campo sabato: 4-3-3 con Lafont in porta, reparto difensivo composto da Milenkovic e Biraghi sulle corsie esterne mentre nel mezzo Pezzella e Vitor Hugo. A centrocampo Veretout in cabina di regia con Benassi e Gerson mezze ali mentre in attacco spazio al tridente composto da Chiesa, Simeone e Pjaca.

Udinese-Lazio

La squadra bianconera dovrebbe scendere in campo col 4-1-4-1 con Scuffet in porta, pacchetto arretrato composto da Larsen e Samir sulle corsie esterne mentre nel mezzo Ekong e Nuytinck. A centrocampo Behrami davanti alla difesa con Fofana e Mandragora interni mentre sulle fasce spazio a Pussetto e De Paul. In attacco c’è Lasagna. La compagine capitolina dovrebbe schierarsi col 3-5-1-1 con Strakosha in porta, reparto difensivo composto da Wallace, Acerbi e Bastos. A centrocampo Badelj in cabina di regia con Parolo e Milinkovic-Savic mezze ali mentre sulle corsie esterne spazio a Marusic e Lulic. In attacco dovrebbe tornare Luis Alberto a supporto di Immobile.

Atalanta-Torino

La compagine orobica dovrebbe scendere in campo col 3-4-1-2 con Gollini in porta, pacchetto arretrato composto da Toloi, Palomino e Masiello. A centrocampo Freuler e De Roon in cabina di regia mentre sulle corsie esterne spazio ad Hateboer e Adnan. In attacco Rigoni dovrebbe agire alle spalle di Zapata ed uno tra Ilicic e Gomez. La squadra Granata dovrebbe risponde col 3-5-2 con Sirigu tra i pali, pacchetto arretrato composto da Izzo, Nkoulou e Moretti. A centrocampo Meitè in cabina di regia con Baselli e Soriano mezze ali mentre sulle corsie esterne spazio a De Silvestri e Berenguer. In attacco tandem offensivo composto da Zaza e Belotti.

Juventus-Bologna

Allegri cambierà sicuramente qualcosa rispetto al match di Frosinone. La sua Juventus potrebbe scendere in campo col 4-2-3-1 con Perin in porta, pacchetto difensivo composto da Cuadrado e Cancelo sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Bonucci e Benatia. A centrocampo Pjanjc ed Emre Can in cabina di regia mentre davanti Matuidi, Dybala e Bernardeschi a supporto di Ronaldo. Gli emiliani dovrebbero cambiare pochissimo rispetto alla sfida contro la Roma. 3-5-2 con Skorupski tra i pali, terzetto difensivo composto da De Maio, Danilo e Calabresi. A centrocampo Nagy in cabina di regia con Svanberg e Dzemaili mezze ali mentre sulle corsie esterne Mattiello e Krejci. In attacco tandem offensivo composto da Falcinelli e Santander.

Napoli-Parma

Ancelotti dovrebbe far riposare qualche pedina importante, almeno dall’inizio, in vista del match contro la Juventus. 4-4-2 per i partenopei con Ospina in porta, pacchetto arretrato composto da Malcuit e Mario Rui sulle fasce mentre nel mezzo Maksimovic e Koulibaly. A centrocampo Allan e Diawara in cabina di regia con Zielinski e Verdi sulle corsie esterne mentre davanti spazio al tandem offensivo composto da Milik e Mertens. La compagine ducale dovrebbe scendere in campo col 4-3-3 con Sepe in porta, pacchetto arretrato composto da Iacoponi e Dimarco sulle fasce mentre nel mezzo Gagliolo e Bruno Alves. A centrocampo Stulac in cabina di regia con Rigoni e Barillà mezze ali mentre in attacco spazio al tridente offensivo composto da Gervinho, Inglese e Di Gaudio.

Roma-Frosinone

Di Francesco cambierà rispetto alla sfida contro il Bologna. La sua Roma dovrebbe scendere in campo col 4-3-3 con Olsen in porta, pacchetto arretrato composto da Florenzi e Kolarov sulle fasce mentre nel mezzo spazio a Manolas e Fazio. A centrocampo De Rossi in cabina di regia con Cristante e Pastore mezze ali mentre in attacco spazio al tridente offensivo composto da Under, Dzeko ed El Shaarawy. La squadra ciociara dovrebbe andare in campo col 3-5-2 con Sportiello tra i pali, pacchetto difensivo composto da Goldaniga, Salamon e Capuano. A centrocampo Halfredsson in cabina di regia con Chibsah e Crisetig mezze ali mentre sulle corsie esterne spazio a Zampano e Molinaro. In attacco Perica e Ciano a comporre il tandem offensivo.

Cagliari-Sampdoria

I padroni di casa dovrebbero scendere in campo col 4-3-1-2 con Cragno in porta, pacchetto arretrato composto da Srna e Padoin sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Klavan e Romagna. A centrocampo Bradaric in cabina di regia con Castro e Barella mezze ali mentre in attacco Joao Pedro a supporto del tandem offensivo composto da Farias e Sau. La squadra di Giampaolo dovrebbe scendere in campo con un modulo speculare: Audero in porta, pacchetto arretrato composto da Bereszynski e Murru sulle fasce mentre al centro Tonelli ed Andersen. A centrocampo Ekdal in cabina di regia con Jankto e Linetty mezze ali mentre in attacco Ramirez a supporto della coppia formata da Quagliarella e Defrel.

Genoa-ChievoVerona

Ballardini dovrà rinunciare agli infortunati Lisandro Lopes, Favilli e Lapadula. I dubbi di formazione riguardano le scelte tra Gunter e Lazovic, tra Zukanovic e Mazzitelli e tra Pandev in ballottaggio con Kouamè e Medeiros. Al momento i nomi indicati per primi nei rispettivi dualismi sarebbero preferiti. Possibile modulo 3-4-1-2 con Marchetti in porta e difesa a tre composta da Biraschi, Spolli e Zukanovic. In mezzo al campo Romulo e Hiljemark, sulle corsie Gunter e Criscito. Sulla trequarti Bessa, di supporto alla coppia di attacco formata da Pandev e Piatek. D’Anna dovrà fare a meno di Cesar e Djordevic e scegliere tra Cacciatore e Jaroszynski. Gli altri dubbi di formazione riguardano le scelte tra Hetemaj e Obi e tra Bani e Rossettini. Al momento i nomi indicati per primi nei rispettivi ballottaggi sarebbero preferiti. Probabile il modulo 4-3-2-1 con Sorrentino tra i pali  e difesa composta dalla coppia centrale Tomovic-Bani e da Cacciatore e Barba ai lati. In mezzo al campo Nicola Rigoni, Radovanovic e Hetemaj. Sulla trequarti Giaccherini e Birsa di supporto all’unica punta Stepinski.

SPAL-Sassuolo

La compagine estense dovrebbe schierarsi col 3-5-2 con Gomis in porta, pacchetto arretrato composto da Djouru, Vicari e Felipe. A centrocampo Valdifiori in cabina di regia con Kurtic e Missiroli mezze ali mentre sulle corsie esterne spazio a Fares e Lazzari. In attacco tandem offensivo composto da Petagna e Antenucci. La squadra di De Zerbi dovrebbe scendere in campo col 4-3-3 con Consigli in porta, Lirola e Rogerio sulle fasce mentre nel mezzo spazio a Marlon e Ferrari. A centrocampo Locatelli in cabina di regia con Sensi e Duncan mezze ali mentre in attacco spazio al tridente offensivo composto da Berardi, Boateng e Di Francesco.

Empoli-Milan

La squadra toscana dovrebbe schierarsi col 4-3-1-2 con Terraciano in porta, pacchetto arretrato composto da Di Lorenzo e Veseli e sulle fasce mentre nel mezzo spazio a Silvestre e Maietta. A centrocampo Capezzi in regia con Bennacer e Ucan mezze ali mentre davanti Krunic a supporto della coppia d’attacco composta da Caputo e La Gumina. I rossoneri, invece, dovrebbero scendere in campo col 4-3-3 con Donnarumma in porta, pacchetto difensivo formato da Abate e Rodriguez sulle fasce mentre al centro Musacchio e Romagnoli ma occhio alle quotazioni in salita di Caldara. A centrocampo Biglia in regia con Kessié e Bonaventura mezze ali mentre in attacco Suso e Castillejo (in vantaggio si Calhanogl) a supporto di Higuain.

Articoli correlati