Rafa: “Mondiale non decisivo per il mio futuro. Su Moratti e mercato…”

A Sky Sport, Rafael Benitez commenta la brutta sconfitta di Brema da parte della sua Inter. Un 3-0 che offre solo un secondo posto, e l’allenatore spagnolo afferma: “Oggi abbiamo visto tanti giovani, è l’unica cosa positiva, stanno iniziando ad acquisire esperienza. Il Tottenham? Nessun rammarico per il loro pareggio, dovevamo fare il nostro lavoro. Moratti non voleva una gita? Però questa sera avevamo già ottenuto la qualificazione, per me contavano Twente e le precedenti, adesso è stato meglio non rischiare e provare tanti ragazzi – è la risposta dello spagnolo, che prosegue – Con i tanti rientri sarà sicuramente un’Inter diversa.

Materazzi lo abbiamo tenuto fuori per precauzione, non volevamo rischiare, Zanetti lo stesso per una botta. Pian piano torneranno tutti, oggi abbiamo visto Mariga in campo. Sappiamo che senza tanti campioni fondamentali è più difficile, ma con gente come Maicon, Milito, Julio Cesar può cambiare sicuramente tanto. Per quanto riguarda il mercato, parlo con il presidente, con Marco Branca e vediamo cosa facciamo. Bocciatura per i giovani? E’ un’esperienza per loro, non era facile, ce n’erano tanti in campo.

A Dubai non so chi potrà essere decisivo, ma voglio che la squadra faccia bene nella sua interezza. Adesso sono preoccupato però solo sul presente, non penso alle vostre domande sul passato. Se cambio i calzini per scaramanzia? Non è una questione di calzini, ma di giocatori infortunati e altri problemi. Il mio futuro dipendente dal Mondiale? No, credo proprio di no”, conclude.

[Fabrizio Romano – Fonte: www.fcinternews.it]