Pazzini: “Il Pazzo è tornato? Non è mai andato via…”

Giampaolo Pazzini è tornato a segnare e a trascinare l’attacco blucerchiato che negli ultimi tempi appariva un po’ sterile. In esclusiva per Il Corriere Mercantile il Pazzo ha parlato della sua squadra e allontana ancora una volta tutte quelle voci di mercato che lo vorrebbero sempre lontano da Genova:

“Il Pazzo è tornato? Non è mai andato via…Io Cassano-dipendente? Francamente non ci ho dato molto peso a queste voci, sapevo che avrei ripreso a segnare anche da solo come ho sempre fatto. Detto ciò, non nego che in questi anni aver giocato a fianco di un compagno con le straordinarie caratteristiche tecniche di Antonio mi ha agevolato.

11 gol realizzati in totale? Senza dubbio una buona media, qualche volta ci penso e sono contentissimo di quello che sto facendo alla Sampdoria. Spero di continuare così, grazie anche ai miei compagni che mi mettono nelle condizioni di andare a segno. Arriveranno altri momenti in difficoltà, ma questo rientra nelle regole del gioco.

La rete più bella di questa stagione? Il secondo gol con il Werder a Marassi con la conclusione al volo e il colpo di testa con il Psv. Purtroppo due realizzazioni belle, ma inutili per la Sampdoria. Avrei preferito farli più brutti, ma utili alla causa.

Firenze sembra lontana? A Genova ho trovato un ambiente ideale che mi permette di esprimermi al massimo. Per questo sarà sempre riconoscente alla società e alla piazza che hanno creduto in me.

Io nel cuore della tifoseria? Questo è un motivo di grande orgoglio, da quando sono arrivato ho sempre dato il massimo. In ogni allenamento, in ogni partita. Ho sentito addosso la fiducia e per un giocatore essere apprezzato è fondamentale. Ti senti importante.

Il direttore generale Gasparin mi elogia spesso? Lo ringrazio di cuore. Anche personalmente quando il gol non arrivava mi ha sempre espresso l’appoggio della società. Il suo sostegno mi ha fatto bene.

Il derby per colmare la lacuna? E’ vero non ho ancora segnato nella stracittadina. E per un gol il 19 dicembre sarei disposto a fare un fioretto. Quale? Non si dice. Marotta ha detto che sono un giocatore super interessante? Io penso alla mia Samp“.

[Andrea Piras – Fonte: www.sampdorianews.net]