Raggi: “La cattiveria giusta c’è. Contro il Cesena dobbiamo vincere”

Nella formazione scesa in campo ieri al “Massimino”, c’è stato il definitivo rientro dal 1′ di Andrea Raggi. L’ex difensore di Bologna e Palermo, dopo essere stato fermo per un po’ di tempo, è stato uno dei migliori per la squadra di Ventura. Il 24enne terzino ha parlato, quest’oggi, alla stampa ed è ripartito proprio dal recente ko in terra etnea: “Quella di Catania è una sconfitta che brucia per come è arrivata – afferma – Nel primo tempo, nonostante le numerose assenze che avevamo, siamo riusciti ad imporre il nostro gioco per gran parte della gara.

Nel secondo tempo, poi, è stato normale un calo fisico perché in campo c’erano giocatori che non giocavano da molto tempo. Era normale che ci fosse un calo fisico – aggiunge – Anche se il Catania ci ha schiacciato nella nostra metà campo, però, grandi rischi non ne abbiamo corsi. Purtroppo poi quando stavamo per assaporare questo punto in trasferta è arrivato l’episodio sfortunato della rete di Terlizzi su un calcio di punizione che non c’era. Siamo stati poco attenti nell’organizzare la linea difensiva in area e Terlizzi è stato bravo ad anticiparci tutti”.

Raggi, inoltre, ha sottolineato la reazione dei galletti, sotto il profilo mentale, nelle ultime gare: “Dopo la partita contro il Milan ci siamo tutti guardati in faccia – dichiara – Contro i rossoneri abbiamo disputato una partita dal punto di vista dell’aggressività e dell’atteggiamento molto negativa. Da Verona per noi è incominciato un nuovo campionato. Dopo quella partita siamo diventati più cattivi nei contrasti. Sappiamo che se continuiamo così e se riusciamo a metterci un pizzico in più di attenzione in episodi come quello di catania e se fossimo più cinici sotto porta, secondo me i presupposti per la salvezza ci saranno tutti”.

Infine, il difensore prelevato in prestito dal Palermo ha parlato della prossima sfida, importantissima per il prosieguo del campionato, contro il Cesena: “Parlare di ultima spiaggia nel mese di novembre mi sembra eccessivo. Sappiamo che contro il Cesena sarà uno scontro diretto da vincere assolutamente. Dobbiamo rimanere tranquilli, non stressarci più di tanto perché potrebbe essere controproducente anche per il modo in cui giochiamo. Noi infatti predilegiamo giocare sempre palla a terra e quindi sarà importante essere sempre lucidi – conclude – Sappiamo che quella contro il Cesena sarà una partita difficile e daremo tutto in quei novanta minuti”

[Gaetano Nacci – Fonte: www.tuttobari.com]