Rebic: “Lentamente mi sono adattato, devo aspettare la mia occasione”

logo-fiorentinaVacanze ma non solo. C’è spazio anche per la beneficenza nelle ferie in Croazia di Ante Rebic. Ospite del torneo a scopo umanitario “Cetiri kafica” (vinto assieme ai suoi ex compagni di squadra dell’RNK Spalato), il numero 9 viola ha parlato anche della sua esperienza a Firenze e del suo futuro. Queste le sue parole ai media croati (traduzione Violanews.com): “Sono contento di essere presente a questa manifestazione, è bello rivedere i miei ex compagni di squadra ma la cosa principale è siamo tutti qui per una buona causa. Spero che il pubblico si sia divertito e che siano stati raccolti abbastanza fondi per i bambini della città.

I primi due mesi a Firenze sono stati un po’ più pesanti ma recentemente ho ricevuto la visita di alcuni amici (tra i quali Erceg) ed è stato tutto un po’ più facile. Lentamente mi sono adattato, ho superato l’ostacolo della lingua e mi sono abituato allo stile di vita. I ragazzi della squadra mi stanno aiutando molto in tutto. Io via in prestito a gennaio? Dal club mi hanno detto che sono soddisfatti del mio lavoro e che devo continuare su questa strada. Mi hanno detto che ho tra le mani l’occasione giusta e nessuno ha mai menzionato il prestito. La concorrenza alla Fiorentina è molto forte con Rossi in attacco che finora ha segnato 14 gol ed è capocannoniere, ma anche gli altri giocatori sono eccellenti. So che devo aspettare la mia occasione, le mie apparizioni in campo saranno dosate, sanno come farlo ma sono sicuro che arriverà il mio tempo.

Se penso ai mondiali? L’importante è che la squadra ci arrivi sana e pronta, così otterremo sicuramente il risultato sperato. Poi il ct deciderà chi giocherà. E’ difficile parlarne, è ancora troppo presto. Dio mi mantenga in salute così tutto sarà possibile. Il gruppo eliminatorio è molto difficile considerato che giocheremo contro il Brasile, i favoriti. Sicuramente non sarà facile ma faremo del nostro meglio per passare. Seguo costantemente le partite dell’RNK e sono in contatto con i miei ex compagni di squadra e con l’allenatore Ivan Matic. La squadra è sempre nella stessa situazione, parte bene per poi scomporsi un po’, ma spero che possa centrare l’Europa. Chi lo sa, forse ci incontreremo in futuro da qualche parte. Sono contento per Erceg perché, nonostante si sia infortunato, ha iniziato a mostrare quello che sa fare, credo che per lui ci sarà un grande trasferimento se continuerà così”.

[Alessio Crociani – Fonte: www.violanews.com]