Reja: “Dobbiamo migliorare, ma arriveremo pronti all’Europa League”

257 0

“Non siamo ancora giusti, dobbiamo migliorare tecnicamente e tatticamente, loro sono già in palla, si conoscono a memoria, sono avanti nella preparazione, noi siamo ancora pesanti”. Ecco come giustifica l’amichevole persa 3-1 contro il Villarreal Reja a fine gara. I biancocelesti sono parsi in balia degli avversari per quasi tutti i 90 minuti: “Siamo partiti male, non riuscivamo ad imporre il nostro gioco, sono convinto che i risultati arriveranno, la squadra sta lavorando per crescere. Nel secondo tempo –prosegue Reja- siamo andati meglio, abbiamo avuto qualche occasione in più, dobbiamo crederci e insistere, manca ancora qualche settimana all’esordio in Europa League, arriveremo pronti all’appuntamento”.

ERRORI. Reja, almeno in parte, cerca di giustificare gli errori che i suoi ragazzi hanno commesso: “Gli errori ci sono stati e vanno evitati, in questo momento i risultati non contano, si tratta di amichevoli, ma è giusto pretendere qualcosa in più. Da mercoledì inizieremo a lavorare, cercheremo di approfondire alcuni aspetti tattici”. Il modulo 4-4-2 utilizzato nel primo tempo, probabilmente verrà accantonato, almeno per il momento. Nel secondo tempo si è passati ad un 4-3-1-2, e i risultati in termini di gioco sono stati differenti. Reja –secondo l’edizione odierna del Corriere dello Sport, a firma di Daniele Rindone- vuole mettere nelle migliori condizioni di segnare i due attaccanti Klose e Cissé. “Vogliono essere utili alla Lazio, sono due bravi ragazzi e si sono messi a disposizione della squadra. Hanno grandi qualità e dobbiamo fare in modo che possano esprimersi secondo caratteristiche”.

FORMELLO. La compagine biancoceleste, mercoledì pomeriggio, si ritroverà a Formello. La rosa è ancora troppo lunga e il tecnico non può lavorare con più di 30 giocatori: ”Dobbiamo fare delle scelte, sono abituato a lavorare con un gruppo di 25 uomini, adesso vedremo, non mi va però che si creino casi, che sia facciano processi sulla divisione e sulle scelte. Avevo la necessità di fare giocare tutti per 90 minuti, le due amichevoli sono state programmate con questo obiettivo. In questo momento della stagione devo guardare al lavoro complessivo”. Edy Reja fa un rapido resoconto dei ritiri svolti ad Auronzo e Fiuggi: “Posso ritenermi soddisfatto, è stato svolto un lavoro buono, come ho già detto raccoglieremo i frutti degli allenamenti atletici più in avanti, l’obiettivo è arrivare all’80 per cento della forma entro il 18 agosto, quando esordiremo in Europa League”.

MATU. Protagonista in positivo dell’amichevole spagnola è stato il brasiliano Francelino Matuzalem. Nella ripresa ha agito da mezz’ala sinistra, convincendo l’allenatore ad impiegarlo accanto al regista: “Matuzalem ha ottime qualità, può giocare anche in quel ruolo se sta bene fisicamente. A centrocampo abbiamo varie soluzioni, sta a me scegliere le migliori. La squadra crescerà, ne sono convinto, dobbiamo avere ancora un po’ di pazienza”.

[Ivan Pantani Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]