Roma, il punto: positiva la difesa a tre, bene Destro

logo-romaLa sconfitta della Roma a Catania deve aver fatto riflettere i ragazzi di Zeman. Nella partita di domenica scorsa, i giallorossi hanno sprecato innumerevoli occasioni da gol in un primo tempo in cui avevano dato impressione di dominare la partita. La ripresa, poi, ha portato un calo di concentrazione che ha permesso agli avversari di portarsi in vantaggio. Bradley, ma soprattutto Destro, ha sprecato parecchie occasioni che probabilmente avrebbero portato ad un esito diverso del match. Fortunatamente, quest’ultimo è riuscito a portare un sospiro di sollievo nella gara di Coppa Italia contro la Fiorentina; spesso capita che molti attaccanti abbiano momenti di blackout in cui perdono fiducia nelle proprie capacità, sono momenti difficili che devono però essere accompagnati da un forte sostegno verso un giocatore che di qualità ne ha molte. Un segnale positivo sembrerebbe essere arrivato dalla Coppa Italia.

Sebbene non siano mancate anche qui occasioni sfumate, abbiamo conquistato la semifinale nei tempi supplementari proprio grazie alla rete del giovane centravanti, da troppo tempo a digiuno di gol. Spiazza la scelta del boemo di schierare una difesa a tre, scelta imposta anche dalle numerose assenze fra cui quella di Totti, Osvaldo e Lamela. Il risultato positivo però c’è stato e fortunatamente si è interrotta questa serie negativa. Un po’ di complicazione, nel finale, quando Taddei nel giro di tre minuti viene punito con due cartellini gialli che lo costringono a lasciare il campo a cinque minuti dalla fine. L’episodio più antipatico però rimane la rissa finale tra Dodò e Cuadrado: entrambi vengono espulsi ma le agitazioni si prolungano anche a bordocampo coinvolgendo il resto dei giocatori. Per il momento godiamoci questa meritata semifinale, aspettando l’Inter domenica sera.

[Marco Pomarici – Fonte: www.vocegiallorossa.it]