Ronaldo stende il Gremio: 1-0 e Real Madrid campione del mondo

240

Ronaldo stende il Gremio: 1-0 e Real Madrid campione del mondoDecisiva la punizione di Ronaldo che piega la resistenza del Gremio. Real Madrid campione del mondo per la seconda volta consecutiva.

ABU DHABI  – Quando manca ormai poco più di una settimana dall’attesissimo Clásico (partita fondamentale per delineare i vertici della classifica)il Real Madrid di Zidane si ferma in campionato per concentrarsi su un’altra vera e propria finale. Allo stadio dello sceicco Mohammed Bin Zayed di Abu Dhabi gli uomini di Zidane sfidano il Gremio di Renato Portaluppi, fresco vincitore della coppa Libertadores.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE ALLA SFIDA

Entrambe le compagini hanno conquistato l’accesso alla finale con tanta fatica. Il Real é andato addirittura sotto con l’Al Jazira, riuscendo a ribaltare il risultato nel secondo tempo, rischiando di subire anche la seconda rete, poi giustamente annullata dall’intervento del Var. Mentre il Gremio di Renato Portaluppi ha avuto bisogno dei tempi supplementari per imporre il suo dominio sulla partita con la rete di Everton entrato dalla panchina.

LA PUNIZIONE DI RONALDO TRAFIGGE IL GREMIO. DELUDE LUAN

“Io ero meglio di lui”. Con queste parole il tecnico del Gremio Renato Portaluppi ha voluto riscaldare nel migliore dei modi la vigilia della finale con una chiara provocazione al cinque volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo. Ma dopo la partita di ieri l’attaccante ex Roma potrebbe davvero ricredersi. Il portoghese ha risposto sul campo da gioco, con una punizione perfetta che ha regalato ai Blancos la coppa del mondo per la seconda volta consecutiva. Per CR7 si tratta del settimo gol in un mondiale per club.

Il suo ultimo gol su punizione risale a più di un anno fa nel derby con l’Atletico del 19 Novembre 2016. Zidane può così festeggiare il suo ottavo titolo in 23 mesi da tecnico. Numeri davvero pazzeschi. Si aspettava qualcosa di più Renato dal suo giovane talento Luan, stella brasiliana ricercata da mezza Europa. Ma a brillare nella sua squadra sono stati l’imponente e instancabile capitano Jeromel e l’altro difensore centrale Kannemann, che si sono dovuti arrendere alla punizione di CR7.

SINTESI DEL MATCH

Renato vuole fare giocare il Real, cercando di non sbilanciare mai la sua squadra, che tiene botta alle incursioni degli avversari. Infatti sono i Blancos a fare la partita nel primo tempo, ma senza impensierire più di tanto il portiere Grohe. Il primo tiro del Gremio arriva al 28′ con la punizione potente di Edilson che non si abbassa in tempo per pochissimo. Al 38 Real che va vicinissimo al vantaggio con Ronaldo che servito da un rimpallo involontario di Benzema cerca un dribbling di troppo dentro l’area, ma Kannemann prontamente gli toglie la sfera. Nella ripresa Ronaldo diventa assoluto protagonista.

Al 53′ si conquista il calcio di punizione che subito dopo trasforma facendo passare il pallone in mezzo alla barriera che si apre e trafigge Marcelo Grohe. Cinque minuti dopo potrebbe trovare perfino la sua doppietta personale, che gli viene negata dal fuorigioco. Real che prende coraggio e attacca su tutti i fronti. Al 64′ il tiro dalla distanza di Luka Modric sbatte sul palo dopo la provvidenziale deviazione si Grohe. Al 79′ fuori Benzema per Bale e Real Madrid che sfiora più volte il raddoppio. Il Gremio crolla completamente nel secondo tempo e non effettua nemmeno un tiro nella porta di Navas. Al triplice fischio può partire la festa grande dei Blancos.

REAL, ZIDANE: “TRIONFO MERITATO. CR7? C’È SEMPRE NEI MOMENTI CHIAVE”

Parole al miele di Zidane sulla prestazione della squadra e di Ronaldo che ha così commentato a fine partita: “Abbiamo fatto una grande partita, molto completa, molto concentrata. Siamo stati coinvolti fin dall’inizio. Il trionfo è meritato. Il trofeo è il quinto dell’anno. Sono felice di stare con questa squadra. Cristiano? É sempre qui, non fallisce mai : c’è sempre nei momenti chiave”. Importanti anche le parole di CR7, assoluto protagonista del match, che ha commentato la vittoria: “È un titolo che volevamo vincere. Sapevamo che la squadra avversaria era forte. Volevamo vincere perché è la prima volta che abbiamo vinto cinque titoli in un anno. I miei gol? I numeri parlano da soli, quello che valgo veramente lo dimostro sul campo. Chiosa finale sul Clasiço che si giocherà sabato prossimo: Il colpo al polpaccio? Ho un piccolo fastidio ma sono sicuro che sabato starò bene”.

RENATO: “I GIOCATORI DEL REAL HANNO MOLTA PIÙ QUALITÀ”

Parole amare e di rassegnazione quelle di Renato Portaluppi che ha così commentato la sconfitta dei suoi ragazzi: “i giocatori (del Real Madrid) hanno molta più qualità. Siamo tristi per la sconfitta ma dobbiamo pensare a tutto quello fatto in questo 2017. La nostra squadra oggi non è andata molto bene. È difficile giocare contro il Real Madrid. Ha continuato commentando l’errore di Luan e Lucas Barrios in barriera che hanno permesso a Ronaldo di segnare: Sono da 15 mesi al Gremio e la cosa che ho sempre ripetuto è che il calcio punisce. I piccoli dettagli possono fare la differenza purtroppo”.

Fonte foto: Twitter Real Madrid

A cura di Alessandro Mazzarino

Articoli correlati