Samp, Tosi: “Poli? Uno dei tanti eventi mediatici a cui veniamo regolarmente sottoposti”

Raggiunto telefonicamente dall’emittente ligure PrimoCanaleSport il direttore sportivo blucerchiato Doriano Tosi ha fatto il punto della situazione riguardo la Champions e soprattutto sul mercato della nostra amata, in particolare i rumors nazionali che non lasciano in pace l’ambiente Samp e che dopo Cassano, Pazzini, Palombo e Ziegler si sono abattuti su Andrea Poli:

“Le tre campioni dei paesi più importanti, cioè Inghilterra, Germania e Spagna lo abbiamo già detto quelle sono già qualificate d’ufficio come noi e quelli sono avversari importanti mica da ridere a queste si aggiunge sicuramente lo Zenit s.Pietroburgo e la Dynamo Kiev e poi non lo so cosa ci può essere di altro, al momento visto che l’Ajax è andata a rischio con un pareggio interno che ho visto e qualcos’altro. Quelle sono le squadre più significative che noi possiamo incontrare, cinque o sei.

I tempi per arrivare all’esterno? Ma secondo me andremo avanti, io, salvo piacevoli imprevisti, credo che andremo nell’ultima parte del mercato, perchè adesso molti sono molto restii a cedere i loro giocatori alle loro condizioni che magari vanno bene all’interlocutore di turno e quindi si aspetta sempre l’ultima settimana di agosto. E’ chiaro che secondo me noi in questa prima fase, salvo ripeto piacevoli sorprese, dovremo pensare di affrontare questo turno con questo gruppo, per cui è su questo che stiamo lavorando.

Gli esterni potrebbero arrivare dopo il preliminare? Ma anche durante, non è che c’è una regola fissa, noi cerchiamo di accelerare ma come ripeto, il mercato è fatto così, diciamo, c’è un momento di boom all’inizio di luglio, poi c’è un rallentamento le squadre vanno in ritiro, poi tutte temporeggiano per aspettare quello che è il principe azzurro o qualcos’altro e si arriva tutti all’ultima settimana di agosto.

La pista straniera la più calda? Noi siamo aperti un po’ a tutto, con la globalizzazione abbiamo anche noi globalizzato il nostro mercato, per cui siamo apeti all’evenienza, l’importante è trovare uno adatto a noi, che va bene a noi, che si può integrare bene col nostro gruppo e che sia adatto al gioco che l’allenatore vuol dare alla squadra.

Weiss? E’ uno dei ragazzi giovani con cui siamo in contatto, come altri d’altronde, non è che c’è una preferenza, d’altronde in questo momento bisogna tenere accese varie possibilità e poi capire qual’è quella su cui si può puntare più decisamente nel momento in cui anche dall’altra parte vedi che c’è una pista calda.

Poli? Credo che sia più un evento mediatico quello di Poli, noi non abbiamo mai avuto nessun sentore, non so se il Milan ha chiesto qualcosa al procuratore, ma io lo vedo più come uno dei tanti eventi mediatici di cui siamo stati e a cui veniamo regolarmente sottoposti in questo periodo qua”.

[Andrea Piras – Fonte: www.sampdorianews.net]