Sampdoria-Udinese, analisi tattica

370

Udinese, dominio sulle fasce. Samp, 10′ di assedioSampdoria-Udinese, analisi tattica

GENOVA – Sampdoria e Udinese hanno chiuso il 2016 impattando a Marassi per 0-0. Un punto che accontenta le due squadre e consente loro di trascorrere le festività in una posizione di classifica dignitosa.

Le aspettative statistiche della vigilia sono state disattese. Chi si aspettava tanti gol da questa partita, come fu in passato, è stato infatti deluso. I due tecnici si sono annullati in virtù di scelte di centrocampo volte più al contenimento che all’impostazione.

Del Neri ha cercato di sfruttare maggiormente le fasce, zona tradizionalmente debole per la Sampdoria. Questa strategia è stata possibile anche in virtù del gioco che Giampaolo, volto a privilegiare gli attacchi centrali.

Eppure il numero di tentativi di a-fondo da destra, lato Sala, non sono stati pochi. In definitiva sono risultati però inconcludenti.

Sulla corsia sinistra della Samp, invece, Faraoni ha avuto ragione su Regini, specialmente nel primo tempo, quando il capitano blucerchiata ha lasciato anche troppo libero un De Paul ieri sera non trascendentale.

All’inizio della ripresa, Giampaolo, vedendo Bruno Fernandes arretrare la propria posizione, ha inserito Schick nel ruolo di trequartista. La partita della Samp ha stentato comunque a decollare per un evidente scollamento tra centrocampo e tridente d’attacco. La soluzione è stata quella di sostituire un Muriel in vena di “numeri” ma ieri un po’ avulso dal gioco, con Praet. Il belga ha rilevato Schick sulla trequarti, mentre l’attaccante ceco ha avanzato la sua posizione.

È stata probabilmente una mossa che Del Neri non aveva previsto, e l’Udinese ha subito una decina di minuti di sbandamento. È arrivata in quel momento la sciabolata di Quagliarella che ha costituito l’emozione più intensa della serata.

Vedendosi pressata al centro, la squadra di Del Neri ha avuto pochi spazi per impostare l’avanzata dei centrali e il gioco sulle fasce.

Una volta corsi ai ripari, i bianconeri hanno però potuto portare a termine indenni la partita.

 

Articoli correlati