Serie A, poker salvezza del Carpi: 4-1 al Genoa

299

carpi calcio

Vittoria larga ed importante per gli uomini di Castori che battono per 4-1 un Genoa senza motivazioni e fanno un passo avanti in chiave salvezza

CARPI – Il Carpi batte il Genoa 4-1 e fa un passo avanti verso la salvezza. Nel secondo anticipo della 33.ma di Serie A gli uomini di Castori strapazzano il Genoa grazie alle reti di Di Gaudio, Lollo, Pasciuti e Sabelli che ribaltano l’iniziale vantaggio di Pavoletti. Con questa vittoria il Carpi sale quart’ultimo a quota 32 mentre il Genoa rimane a quota 40.

La gara

Fabrizio Castori conferma il 4-4-1-1, solito “abito” da gioco del suo Carpi, con Zaccardo che parte dalla panchina, Poli al suo posto. Lollo agirà dietro a Mbakogu sulla trequarti, a metà campo conferma per Bianco, dato in dubbio alla vigilia, c’è Letizia a sinistra. 3-5-2 per il Grifone, con Ansaldi e Laxalt esterni a tutto campo, che tornano titolari dopo la panchina delle ultime partite. Neanche panchina per Rincon, c’è Tachsidis dal primo minuto a metà campo, coppia d’attacco Cerci-Pavoletti, con Suso e Matavz in panchina.

Dopo 9′ minuti il Carpi va vicino al gol. Palla persa da Dzemaili sulla trequarti, ripartenza del Carpi, verticale di Cofie per Mbakogu, che poi riesce a far pervenire la palla al limite a Di Gaudio, che tenta di piazzarla sul secondo palo di destro a giro, bravo Lamanna a respingere in corner. Il Genoa, risponde, al 28′ Pavoletti da sinistra fa transitare la palla verso Rigoni a destra, che appena all’interno dell’area di rigore, tenta la conclusione in diagonale, Gagliolo respinge in corner. Al 36′ arriva il vantaggio ospite: Ansaldi la crossa dalla destra, Dzemaili salva la palla dall’out, Letizia si addormenta e lo svizzero serve Pavoletti completamente solo al centro dell’area di rigore, che batte facile facile Belec, 0-1 Genoa.  Al 45′ Secondo giallo per Izzo, che ferma con le cattive Letizia, Genoa in dieci. Nel recupero succede di tutto, al 47′ Laxalt serve un gran pallone dalla sinistra verso Cerci, in posizione di offside, il numero 11 va via e solo davanti a Belec, in posizione leggermente defilata, spara sopra la traversa. Al 49′ arriva il pari: Cofie recupera palla e lancia Mbakogu sul lungo linea, il nigeriano beffa Di Maio, la mette al centro e in rovesciata Di Gaudio firma l’1-1. Ma non è finita qui, al 50′  prima Lamanna salva incredibilmente su Lollo da due passi, poi traversone dalla destra di Pasciuti e Lollo stavolta non sbaglia, 2-1 e agli archivi va uno dei primi tempi più pazzi di questa Serie A.

Nell’intervallo doppio cambio nel Genoa:  fuori Cerci, in campo Fiamozzi. Fuori anche Rigoni, in campo Lazovic. Al 49′ il Carpi cala il tris: traversone dalla sinistra di Di Gaudio, dopo un’ottimo “blocco” di Bianco, Pasciuti si stacca benissimo dalla marcatura e batte con un destro preciso Lamanna, 3-1 Carpi.  Al 52′ primo cambio nel Carpi: fuori Lollo e dentro Lasagna. Al 60′ Genoa vicino al gol:  è Fiamozzi ad inserirsi molto bene sulla destra, cross basso al centro dove Lazovic tenta la girata verso il palo lontano, palla a lato davvero di un soffio. Al 62′ cambio obbligato per Castori: fuori Di Gaudio, un gol e un assist per lui, in campo Sabelli. Al 65′ ci prova Lasagna con una botta improvvisa dal limite, Lamanna costretto ad alzare in corner. Al 69′ Carpi ad un passo dal gol: bella sponda di Mbakogu per Lasagna, abilissimo a saltare Marchese e De Maio, ma solo davanti a Lamanna, l’attaccante si divora il facile 4-1.  Al 72′ ancora Carpi: altra sponda utilissima di Mbakogu, difesa del Genoa imbambolata, Lasagna va via a Marchese, si defila verso sinistra, Lamanna prova a chiudergli lo specchio e il tiro dell’attaccante emiliano finisce sull’esterno della rete. Al 75′ ultimo cambio nel Genoa: fuori Marchese, in campo Capel. Al 77′ Crimi per Cofie nel Carpi. All’ 86 il Carpi cala il poker: bella palla verso destra di Letizia, che riesce a crossare proprio sulla linea bianca, ancora male la difesa del Genoa, che si perde Sabelli, che insacca facile facile, 4-1 e festa al “Braglia”.  Prova a cerare il gol della bandiera il Genoa. All’ 88′  Dzemaili controlla palla in area, serve l’accorrente Laxalt sulla sinistra, che conclude in diagonale, Belec blocca sicuro.E’ l’ultima emozione del match, il carpi vince, convince e al momento sarebbe salvo. Per il Genoa invece una sconfitta indolore.

Articoli correlati