La Serie A e la ripresa: i tre scenari ipotizzati dalla FIGC

223

FIGC

La Federcalcio ha ipotizzato tre scenari e il loro impatto economico sull’eventuale ripresa, o meno, del campionato di Serie A 2019/2020.

ROMA – Martedì 21 aprile andrà in scena un’importante Assemblea di Lega Serie A per definire la modalità con cui ripartirà il massimo campionato italiano. Il Protocollo messo a punto dalla Federcalcio, nei giorni scorsi, verrà ampliato al fine di salvaguardare la salute di atleti e staff. Sul tavolo, per, c’è anche l’aspetto economico con la stessa FIGC che, attraverso uno studio accurato, ha ipotizzato tre scenari e il loro impatto economico.

Nell’ipotesi di campionato a porte chiuse il valore della produzione si fermerà a 3,36 miliardi (-177,7 milioni di euro), se la stagione non venisse portata a termine la perdita sarebbe di 313,1 milioni. Nell’ipotesi (impossibile) di un campionato a porte aperte, le perdite da biglietteria non supereranno i 98,1 milioni di euro e 79,6 per quanto concerne ricavi e sponsorizzazioni varie. Di seguito i tre scenari ipotizzati dalla FIGC e la proiezione del 2020 senza COVID.

Scenario 1: Ripresa e conclusione a porte aperte

  • Ricavi da ingresso stadio: 295,5 (-6,1)
  • Ricavi da sponsor: 632,8 (-3,7)
  • Ricavi da Diritti TV: 1442
  • Contributi conto esercizio: 28,0
  • Altri ricavi: 288,3
  • Plusvalenze giocatori: 848,0
  • Costi per servizi: 516,9 (-0,4)
  • Costo godimento beni terzi: 99,1
  • Costo del lavoro: 1978,1
  • Altri oneri di gestione: 358,6 (-0,1)
  • Ammortamenti: 786,4
  • Ricavi (totale): 3534,6 (-9,8)
  • Costi (totale): 3739,1 (-0,5)
  • Risultato Pre-Tax: -204,5 (-9,2)
  • Ricavi Serie B: 409,1 (-1,8)
  • Ricavi Serie C: 181,9 (-0,7)

Scenario 2: Ripresa a e conclusione a porte chiuse

  • Ricavi da ingresso stadio: 203,6 (-98,1)
  • Ricavi da sponsor: 556,9 (-79,6)
  • Ricavi da Diritti TV: 1442
  • Contributi conto esercizio: 28,0
  • Altri ricavi: 288,3
  • Plusvalenze giocatori: 848,0
  • Costi per servizi: 508,0 (-9,3)
  • Costo godimento beni terzi: 99,1
  • Costo del lavoro: 1978,1
  • Altri oneri di gestione: 356,2 (-2,5)
  • Ammortamenti: 786,4
  • Ricavi (totale): 3366,7 (-177,7)
  • Costi (totale): 3727,8 (-11,9)
  • Risultato Pre-Tax: -361,1 (-165,8)
  • Ricavi Serie B: 393,4 (-17,5)
  • Ricavi Serie C: 157,9 (-24,7)

Scenario 3: Stagione 2019/2020 non portata a termine

  • Ricavi da ingresso stadio: 203,6 (-98,1)
  • Ricavi da sponsor: 421,4 (-215)
  • Ricavi da Diritti TV: 1442
  • Contributi conto esercizio: 28,0
  • Altri ricavi: 288,3
  • Plusvalenze giocatori: 848,0
  • Costi per servizi: 488,4 (-28,9)
  • Costo godimento beni terzi: 99,1
  • Costo del lavoro: 1978,1
  • Altri oneri di gestione: 353,8 (-4,9)
  • Ammortamenti: 786,4
  • Ricavi (totale): 3231,3 (-313,1)
  • Costi (totale): 3705,3 (-33,9)
  • Risultato Pre-Tax: -474,5 (279,3)
  • Ricavi Serie B: 375,2 (-35,7)
  • Ricavi Serie C: 137,7 (-44,9)

Proiezione 2019/2020 senza COVID-19

  • Ricavi da ingresso stadio: 301,7
  • Ricavi da sponsor: 636,5
  • Ricavi da Diritti TV: 1442
  • Contributi conto esercizio: 28,0
  • Altri ricavi: 288,3
  • Plusvalenze giocatori: 848,0
  • Costi per servizi: 517,4
  • Costo godimento beni terzi: 99,1
  • Costo del lavoro: 1978,1
  • Altri oneri di gestione: 358,7
  • Ammortamenti: 786,4
  • Ricavi (totale): 3544,4
  • Costi (totale): 3739,7
  • Risultato Pre-Tax: -195,3
  • Ricavi Serie B: 410,9
  • Ricavi Serie C: 182,6

Articoli correlati