Serie B – La Ternana tuona: “Crediamo fortemente nel ripescaggio”

Serie B - La Ternana tuona: "Crediamo fortemente nel ripescaggio"

Le parole del patron del club rosso-verde, Stefano Bandecchi, intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus. 

TERNI – Nella giornata di domani, con Brescia-Perugia, comincerà il campionato di Serie B 2018/2019. Il calcio italiano, però, è ancora nel caso visto che la Serie C e la Serie D stileranno i rispettivi calendari l’8 settembre, all’indomani della sentenza che decreterà il format ufficiale del prossimo campionato cadetto. Tra le squadre interessate al ripescaggio c’è anche la Ternana del patron Bardecchi che, intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, ha parlato in questo modo: “Si stanno verificando situazioni anomale e pericolose siamo di fronte a una situazione che vede la regolarità contro l’irregolarità. La decisione della Serie C di iniziare dopo le sentenze dei giudici è corretta, una Serie B che cambia le regole e parte a 19 squadre non ha senso. La FIGC in 20 minuti ha stabilito che tutte le leggi fino a quel momento in vigore sarebbero cambiate. Questa nuova legge, firmata da un solo soggetto, è qualcosa che succede per la prima volta dal 1930. Per quale motivo si ribalta tutto e si porta la Serie B da 22 a 19 squadre? Così si crea un danno a tutti, dalla AIC alle città che non potranno partecipare al campionato”.

Poi spazio al capitolo ripescaggi: “La Ternana ha due battaglie in corso e questo voglio dirlo molto chiaramente. Abbiamo subito due torti: il primo è che i giudici hanno cambiato le regole. Si dice che il casino l’hanno creato Ternana e Pro Vercelli, invece sono state Novara e Catania, che ho letto che saranno ripescate con il Siena, ad aver generato confusione chiedendo a un giudice di cambiare regole esistenti, quelle per il ripescaggio. Dovevano essere ripescate società virtuose, ovvero quelle che non avevano commesso illeciti amministrativi e sportivi. La legge invece è stata cambiata e Novara e Catania, due squadre che non potevano essere ripescate, hanno iniziato a fare casino. Io voglio far ripescare la Ternana perché le leggi che erano in vigore parlavano di società virtuose: così sarebbe toccato a Siena, Ternana e Pro Vercelli essere ripescate in B. Quindi le battaglie da vincere sono due: la prima per far tornare la Serie B a 22 squadre, la seconda per essere ripescati. Confido nella giustizia e nel fatto che il CONI sia sulla strada giusta, quindi mi aspetto che la Ternana vinca queste due battaglie”.