Serie B: il punto della situazione dopo la 39′ giornata di campionato

315

Il Verona fa festa in zona Cesarini, il Frosinone non molla. La capolista Spal fermata dallo Spezia, il Benevento riscatta la disfatta di Cesena. Avellino KO. Latina e Pisa ai saluti.

39′ giornata di campionato sotto il segno dello 0-0. La prima di queste è stata Latina-Ascoli. La squadra laziale, sotto la guida del tecnico Vivarini, ha perso un’importante occasione per potersi avvicinare ai play-out.

I punti di distacco dalla Ternana, terz’ultima, sono 5 e in casa giallo-blu non filtra ottimismo. Le prossime 3 partite saranno decisive per la sorte della squadra, momentaneamente graziata solo dalla matematica. L’Ascoli, pur avendo una classifica ancora benevola, non potrà più permettersi cali di concentrazione. L’obiettivo sarà quello di conquistare più punti possibili in modo da allontanarsi dalla zona play-out.

Ternana-Carpi si aggiunge all’elenco delle partite a reti inviolate. I padroni di casa, con il punto conquistato prenotano di fatto un posto per i play-out. Il Carpi di Castori a -2 dai play-off, manca l’aggancio al Cittadella.

La giornata del “no gol” prosegue con Bari-Pisa. L’undici di Gattuso, per evitare la Lega Pro dovrebbe vincerle tutte, sperando nei passi falsi di Vicenza, Ternana e Latina. Più facile a dirsi che a farsi. La formazione pugliese invece si allontana radicalmente dai play-off, ormai distanti ben 5 punti, ma non irraggiungibili.

L’ultimo 0-0 della giornata è quello tra Spezia e Spal. I padroni di casa, a quota 55, hanno forse ottenuto il risultato migliore. Alla capolista basteranno 4 punti nelle prossime 3 per strappare i biglietti della Serie A.

Finalmente i gol. Passi in avanti in chiave Serie A per il Verona. Benevento e Perugia conservano punti play-off. Il Cittadella ci spera ancora?

Il gol di Romulo al 95′ ha regalato i 3 punti nel match del Bentegodi contro il Vicenza. La squadra veneta ora gode di 69 punti, uno in più del Frosinone. Quest’ultima, in seguito alla vittoria in casa della Salernitana per 3-1, blinda il terzo posto e sfida il Verona per la conquista della promozione diretta.

Non passa inosservato il gran colpo del Perugia in casa della Pro Vercelli. La squadra umbra dunque continua a difendere prepotentemente il suo 4 posto. La formazione piemontese si trova ad essere la capolista 5 delle squadre tra i 47 e i 44 punti. Tra la salvezza e l’incubo play-out. Ogni passo falso potrebbe costar caro ai sette volte campione d’Italia.

Nel derby campano tra Benevento e Avellino hanno avuto la meglio i padroni di casa per 2-1. I play-off diventano così una realtà concreta mentre i bianco-verdi, a 45 punti, si trovano nella fascia delle squadre tra la salvezza e i play-out.

Festa del gol a Cittadella, i cui padroni di casa vengono fermati dal Cesena per 2-3. Sconfitta indolore per la squadra di Venturato che, grazie agli stop di Carpi, Spezia, Bari e Salernitana, è ancora i corsa per i play-off. Il Cesena invece, con 49 punti, non ha più nulla da dire al campionato.

Miracolo Trapani, dalla fine alla salvezza. Il Brescia continua a vincere

Il Trapani di Alessandro Calori, in seguito alla vittoria in casa contro l’Entella, continua la scalata verso la salvezza. I punti ora sono 44, +3 dal Vicenza ai play-out, e dopo un inizio di stagione buio ora la formazione siciliana sogna la salvezza. Spalle al muro per la Virtus Entella che, a 3 giornate dalla fine, si trova a -6 dai tanto ambiti play-off.

Il Brescia, col punteggio di 3-2 ha espugnato il Silvio Piola di Novara. La formazione lombarda sale a 45 punti in classifica, posizione che non può permettere di dormire sonni tranquilli. Non si può dire lo stesso dello scacchiere piemontese che, malgrado la sconfitta, gode della garanzia matematica della salvezza.